Rocco Desiante - Foto profilo Facebook
Rocco Desiante - Foto profilo Facebook
Cronaca

Omicidio di Rocco Desiante, si cercano due assassini

Ancora senza movente il giallo in Romagna per l'uccisione del 43enne di Gravina

Si cercano due assassini per l'omicidio di Rocco Desiante, 43enne di Gravina trovato morto nella notte tra sabato e domenica in un'abitazione di Castiglione di Cervia, in provincia di Ravenna, dove risiedeva da tempo e lavorava come pizzaiolo.

E' questa la pista imboccata dagli inquirenti - Carabinieri e Procura di Ravenna - per dare un perché ad un delitto che si presenta ancora senza un movente. Desiante era incensurato.

Rocco Desiante è stato trovato con numerose lesioni sul corpo e nella piccola abitazione, prestata da un amico, c'era sangue dappertutto. Gli inquirenti ritengono che gli assassini avrebbero probabilmente tentato di portare via il corpo ma senza riuscire in tale intento.

A dare l'allarme è stato lo stesso amico che gli aveva concesso la possibilità di stare in questo appartamento di Castiglione di Cervia. Alla stampa romagnola ha voluto smentire alcune voci relative a Desiante ed ha riferito che stava attraversando un periodo negativo, che aveva intenzione di tornare nella sua Gravina e aveva progetti di lavoro sempre in Emilia Romagna. Ha soprattutto voluto precisare che Desiante era lontanissimo da brutti giri, come quello della droga, di cui si è scritto sulla stessa stampa romagnola.

(La foto è tratta dal profilo Facebook di Rocco Desiante)
  • Omicidio
  • rocco desiante
Altri contenuti a tema
Svolta nell'omicidio di Rocco Desiante, fermato un uomo Svolta nell'omicidio di Rocco Desiante, fermato un uomo Il 43enne gravinese trovato morto nella notte tra il 6 e il 7 ottobre
A Gravina l'ultimo saluto a Rocco Desiante, ucciso in Romagna A Gravina l'ultimo saluto a Rocco Desiante, ucciso in Romagna Oggi i funerali. Un caso difficile per gli inquirenti
In memoria di Pietro Capone In memoria di Pietro Capone Ad un anno dall’omicidio ancora nessun colpevole
Il bracconiere che ha ucciso don Cassol torna a lavorare Il bracconiere che ha ucciso don Cassol torna a lavorare Ma Resta comunque ai domiciliari
Omicidio Cassol, botta e risposta fra Parco delle Dolomiti Bellunesi e Parco dell'Alta Murgia Omicidio Cassol, botta e risposta fra Parco delle Dolomiti Bellunesi e Parco dell'Alta Murgia Il bracconiere chiede scusa, la famiglia del sacerdore ucciso perdona
Omicidio don Cassol, il Corpo Forestale dello Stato risponde all'Ente Parco Omicidio don Cassol, il Corpo Forestale dello Stato risponde all'Ente Parco "Dichiarazioni altamente offensive"
Domani a Belluno i funerali di don Francesco Cassol Domani a Belluno i funerali di don Francesco Cassol La Messa sarà presieduta del Vescovo di Belluno-Feltre
La nota dell'Ente Parco sull'omicidio di don Cassol La nota dell'Ente Parco sull'omicidio di don Cassol "Attività escursionistica e raduni senza autorizzazioni"
© 2001-2018 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.