presentazione piazza dem
presentazione piazza dem
Politica

Nasce Piazza Dem

Presentata alla stampa il nuovo gruppo nazionale

Si è svolta giovedì 28 settembre, nella Sala delle Conferenze della Camera dei Deputati, la presentazione dell'Associazione Politico Culturale Piazza Dem, ha partecipato all'incontro Michele Emiliano, Presidente della Regione Puglia nonché Leader di Fronte Dem, era presente un rappresentativo gruppo di Parlamentari Nazionali, ha coordinato l'incontro la Presidente Nazionale di Piazza Dem Maria Saladino.
Nella giornata, da varie parti di Italia, sono arrivate le rappresentanze territoriali, Puglia, Sicilia, Calabria, Basilicata, Campania, Molise, Abruzzo, Umbria, Toscana le più rappresentate con i Segretari Regionali e Provinciali.
Alle 17:30 la Presidente Nazionale, Maria Saladino, supportata dai contributi e dalle emozioni dei presenti, ha avviato la storica presentazione del progetto "PIAZZA 2.0" precisando che non si tratta di una alternativa al territorio ed alla piazza reale, ma del megafono della stessa e, che tale scelta, coglie la necessità sociale del ritorno alla Piazza, intesa come partecipazione, confronto, raccolta di bisogni e di disagi, palcoscenico di risorse umane, specchio di solidarietà.
Maria Saladino informa che dalla Piazza reale, con un certosino lavoro di ascolto, dal 2014 ad oggi, abbiamo recepito, almeno due certezze, la gente vuole che:
la POLITICA ritorni ai TERRITORI
i territori siano PROTAGONISTI del proprio FUTURO,
e, che questo, può avvenire bandendo le divisioni, di cui i progetti populisti si cibano, riavvicinando i cittadini alla Politica, alzando il livello di coesione sociale e territoriale, trasformando in risorsa le differenze per tradizioni e storia, nella consapevolezza che le differenze non devono costituire paura, ma valori unitari, quasi una "chiamata alle armi" della Buona Politica", per una Italia migliore, per una nuova Europa dei Popoli e, soprattutto, per un MONDO TINTO DI PACE.

Ha affermato che nella Piazza reale, in questi 3 anni, abbiamo messo la faccia, la voglia, la caparbietà, la presunzione di cambiare anche territori difficili, senza demordere, a volte, rischiando di essere emarginati, quale prezzo della stupenda scelta di essere al servizio della Gente.

Maria Saladino ha ribadito che in questi 3 anni si è lavorato fuori da ogni palcoscenico ma dentro le piazze, cogliendo e coniugato, tra l'altro, anche le aspettative occupazionali dei giovani e l'esigenza di trasformazione della Pubblica Amministrazione di sostituire alla carta i processi informatici, proponendo alla Segreteria del Partito Democratico ed ai nostri rappresentanti nel Governo, la attualizzazione ed il rifinanziamento della ex L. 285/78, ottenendone, oggi comunicato con il termine "maxiconcorso", il possibile inserimento della previsione e degli strumenti attuativi, quale ambizioso obiettivo, nella prossima legge finanziaria.

Ha colto l'occasione per comunicare, alla stampa presente, che la Consulta Nazionale si farà carico di dibattere, nella prossima convention che si terrà a Castrovillari in autunno, di Politiche per l'Occupazione Giovanile e di essere pronti a proporre all'attenzione dei parlamentari democratici studi avviati di emendamenti a disegni di legge che si occupano di sociale, di giovani, di diritti civili, di solidarietà e di terza età attiva.

La determinazione e la ambizione del progetto politico, davanti all'attenzione ed alla curiosità del Presidente Michele Emiliano, Maria Saladino la certifica dichiarando che, vivendo tutta la responsabilità e la importanza politica della fase storica, PIAZZA DEM propone, dall'importante palcoscenico, al Partito Democratico, a cui molti dei presenti appartengono, di avviare la costruzione di un Patto Federativo con il mondo delle Associazioni e dei Movimenti Democratici radicati e rappresentativi, che garantisca i Cittadini rispondendo ad ogni ipotesi di divisione, coinvolgendo e non emarginando, pensando ad un progetto di Governo politicamente coeso, socialmente forte e rappresentativo.

Dice che è già nel simbolo, il forte segnale socio politico di riconoscimento del principio fondante di protagonismo territoriale ad ogni Piazza che, alla sua formazione, inserisce nel logo il bozzetto verde disegnato con le matite della propria comunità.

Entra poi a gamba tesa affermando che PIAZZA DEM sente la necessità di contribuire al confronto su quale Governo vuole l'ITALIA, già dalla sua presentazione nazionale, offrendo ai prsenti la voce delle Piazze, che risulta fortemente convinta della necessità di proporre, alla gente, un Progetto Democratico chiarendo a cosa finalizza la propria espressione di voto.

Il Governo che immagina PIAZZA DEM, afferma Maria Saladino, deve essere legittimo, scevro da condizionamenti, senza freni, a filosofia Politica certa, compatibile e condivisa dalle forze democratiche, sicura che saranno, poi, le urne a determinare la governabilità dell'Italia, e, in questo, la legge elettorale su cui la commissione parlamentare ed i partiti stanno lavorando ne determinerà lettura ed effetti.

Nel merito e con la chiarezza che la contraddistingue, dichiara , per quanti lo predicano, che non è possibile pensare un progetto di sinistra moderna e democratica senza il Partito Democratico, sarebbe perdente dalla nascita, lanciando da questa importante platea nazionale, un messaggio forte e consapevole, occorre lavorare perché le anime democratiche comprendano e si impegnino per crearne le condizioni, consapevoli che storicamente le divisioni avvantaggiano populismo e conservazione.

Un concetto importante che trova l'immediato annuire di Michele Emiliano e dei Parlamentari presenti, lo esprime quando afferma, con forza, che, "per noi democratici, all'interno del PD le primarie sono finite, e, che ora risulta necessario avviare condivisione, partecipazione e confronto per realizzare unità e, quindi, per ottenere il consenso per governare".

In tale affermazione si sottoscrive una importante intuizione del concetto di unità e pluralità politica nel rappresentare il Partito Democratico, generato dalla orgogliosa espressione di oltre duemilioni di democratici, impegnati nella battaglia politico elettorale avviata e di cui lo stesso Segretario Politico Matteo Renzi si sta facendo portatore.

Piazza Dem, si pone, come forza catalizzatrice di unità democratica, accelerandone inclusione, condivisione, partecipazione e lavoro comune.

Maria Saladino conclude affermando che PIAZZA DEM, quotidianamente, opera, contribuisce, partecipa affinché questa prospettiva si realizzi, sapendo che occorre fare di più e presto, oggi e sempre.

La sala, erano le 18:00, ha espresso notevole condivisione con un lungo applauso trasformando l'attenzione del Presidente Michele Emiliano, in determinata partecipazione.
Il Presidente Emiliano ha disegnato, nel suo intervento, stimolato dalla notevole ed ambiziosa proposta politica PIAZZA DEM, un quadro di convinta condivisione, chiedendo ed invitando alla continuità della interessante azione in campo sui territori, la Piazza cerca voci e lealtà, risorse umane e politiche, riconoscendo a Maria Saladino di rappresentare un raro esempio di coraggiosa ed intelligente intuizione politica.
  • piazza dem
© 2001-2019 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.