Comune di Gravina
Comune di Gravina
Politica

Elezioni: botta e risposta tra Fratelli d'Italia e Partito democratico

Vicino e Angelastro pronti a nuove elezioni

"Ascoltare tutta la compagine di governo ed i partiti del centrosinistra con a capo l'ex Sindaco Valente disperarsi per l'annullamento delle scorse elezioni comunali da parte del Tar Puglia, a causa di un errore commesso da una lista a lui collegata, e cercare di ridurre il tutto ad un cavillo, parlando addirittura di ferita alla democrazia è estremamente grave, oltre che insopportabile".

Del resto brucia ancora la pugnalata inflitta dalle forze dell'allora centro sinistra all'amministrazione guidata da Giovanni Divella, la cui esperienza amministrativa fu prematuramente interrotta dalle dimissioni notarili della maggior parte die consiglieri.
A sei anni di distanza Leo Vicino e il gruppo di Fratelli d'Italia è giunta l'ora di levarsi quel sassolino dalla scarpa: "Conosciamo bene il doppiopesismo della sinistra che, da sempre, per situazioni identiche tra loro cambia il metro di valutazione in base alla convenienza".
Dai Fratelli d'Italia ricordano altre situazioni locali e nazionali in cui, a ruoli invertiti, il Partito democratico ha fatto saltare il banco di altre elezioni che avevano visto vincitori uomini di centro destra sino ad arrivare a quel famoso settembre del 2011 quando Alesio Valente fu uno dei protagonisti di quelle dimissioni di massa.
"Non ricordiamo – attacca Vicino - di averli visti amareggiati e non ricordiamo di averli sentiti dire che il commissariamento fosse una sciagura per la città".
La proposta avanzata è di non ricorrere al Consiglio di Stato ma di sottoporsi nuovamente al giudizio della cittadinanza gravinese.
"Se Valente ed ai suoi seguaci ritengono che la gestione commissariale faccia del male alla città, si accetti senza indugio la decisione del Tar Puglia, senza ricorrere ad ulteriori organi che potrebbero avere come unica conseguenza lo slittamento delle elezioni al prossimo anno e si ritorni al voto, già in questa primavera, ridando la parola al popolo gravinese" conclude Leo Vicino.

Immediata la risposta del Partito democratico a firma del suo segretario Nico Angelastro il quale dopo aver respinto le accuse di doppiogichismo si dice pronto insieme all'intero partito democratico ad andare a nuove elezioni.
"Cari amici di Fratelli d'Italia – conclude il Segretario Angelastro – in merito all'ipotesi di poter tornare alle urne non è un ipotesi che ci spaventa. Vi posso garantire già da ora che la lista del Partito Democratico ci sarà e sarà il faro della coalizione di centrosinistra. Piuttosto, sarebbe bello vedere la lista di Fratelli d'Italia alle elezioni amministrative magari in maniera diversa rispetto al giugno scorso: vorremo ricordare che, nella fase iniziale della scorsa campagna elettorale, Fratelli d'Italia scongiurava le ipotesi di poter partecipare ad una coalizione di centrodestra comprendente alcune liste riconducibili alla sinistra "storica", poi ha inserito alcuni suoi importanti esponenti all'interno delle liste a sostegno del candidato sindaco Romita. Insomma, pare che la coerenza non sia proprio di casa a Fratelli d'Italia di Gravina in Puglia".

In attesa del Consiglio di Stato qualcuno è già pronto per una nuova campagna elettorale.
  • elezioni annullate
Altri contenuti a tema
1 Valente ricorre al Consiglio di stato e difende la sua elezione Valente ricorre al Consiglio di stato e difende la sua elezione Chiesta la sospensiva della sentenza di primo grado
6 Gravina e Altamura private dei sindaci, cresce la preoccupazione a Matera Gravina e Altamura private dei sindaci, cresce la preoccupazione a Matera De Ruggieri: Rischio di rallentare alleanze e progetti
© 2001-2018 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.