lavori santa sofia
lavori santa sofia
La città

Al via i lavori per il recupero di Santa Sofia

Affidati gli incarichi ai professionisti: Antonio Aulenti direttore dei lavori e Michele Urgo responsabile della sicurezza

Rinasce a nuova vita il monastero di Santa Sofia.

Sono iniziati i lavori di recupero che trasformeranno l'ex convento delle Clarisse in un Centro servizi utile alla valorizzazione del patrimonio culturale cittadino. Le prime operazioni stanno riguardando in questi giorni lo sgombero dei locali dai resti di occupazioni abusive di cui l'immobile era stato oggetto da parte di sette famiglie. Si procederà poi alla sua messa in sicurezza, al consolidamento e al recupero che vedranno investiti quasi 1.700.000 euro di fondi europei garantiti dalla Regione Puglia recuperati nel 2009. Tra 200 giorni suonerà la campanella di fine lavori per l'impresa fiorentina "Cooperativa archeologica", aggiudicataria dei lavori e già protagonista di altre attività di restauro e promozione culturale a livello nazionale.

In questi giorni si è provveduto da Palazzo di città ad affidare gli incarichi per la direzione dei lavori e per il coordinamento della sicurezza in fase di esecuzione. A causa della carenza di personale tecnico è stato attivato l'iter amministrativo con offerta al massimo ribasso. Pertanto sono stati selezionati cinque professionisti per ogni incarico al quale è stato chiesto di presentare offerte in ribasso sull'importo a base di gara: 25.000 euro per la direzione dei lavori e 35.500 per il responsabile alla sicurezza. All'architetto Antonio Aulenti, per il ribasso offerto del 2,10%, è stata affidata la direzione dei lavori, mentre coordinatore della sicurezza sarà l'ingegnere Michele Urgo, avendo offerto un ribasso del 5,10%.

"Un altro impegno mantenuto con la città, che a lavori ultimati ci consentirà di restituire a Gravina un pezzo della sua identità, per farne elemento di valorizzazione di talenti e risorse culturali", commenta entusiasta il primo cittadino Alesio Valente, "In pochi, forse, credevano che questo obiettivo sarebbe stato raggiunto. Molti neppure lo speravano. Eppure, i fatti testimoniano una verità diversa: la città si riappropria dei suoi spazi e della sua storia per farne le radici del proprio futuro".

L'immobile è destinato a diventare nucleo della vita culturale gravinese. Ospiterà infatti, l'info point turistico, una sorta di cabina di regia. Terminati i lavori nella struttura, saranno trasferiti i 1300 reperti custoditi nell' ex orfanotrofio di piazza Cavour, esposti nel Museo Etnografico della civiltà contadina. E non è tutto. Una delle ultime proposte avanzate dall'ex assessore alla cultura Laura Marchetti prevedeva il trasferimento del liceo musicale nell'ex convento. Tante le proposte che troveranno concretezza solo a fine lavori, dunque occorrerà aspettare la fine del 2015 per avere certezze sulla nuova vita di Santa Sofia.
  • Centro servizi
  • Convento di Santa Sofia
Altri contenuti a tema
Nuova Sede Polizia locale, mutuo da 300mila euro Nuova Sede Polizia locale, mutuo da 300mila euro Va avanti l’iter per la nuova casa della PL
Valorizziamo Santa Sofia e le eccellenze di Gravina Valorizziamo Santa Sofia e le eccellenze di Gravina Mozione dei Democratici Sempre approvata dal consiglio comunale
Una nuova casa per la Polizia Locale Una nuova casa per la Polizia Locale Individuata in zona Pip presso il centro servizi
A Santa Sofia si lavora per la casa della Fame Road A Santa Sofia si lavora per la casa della Fame Road La consegna dei lavori prevista per marzo2023
Ex monastero di Santa Sofia: gli ipogei apriranno al pubblico Ex monastero di Santa Sofia: gli ipogei apriranno al pubblico Il 20 e 21 Novembre e per tutti i weekend, visite guidate e percorsi inediti
Centro servizi zona Pip, contenitore senza contenuti Centro servizi zona Pip, contenitore senza contenuti Osservazioni da parte di Italia Viva Gravina
Un "malefico incantesimo" per l'ex convento di Santa Sofia Un "malefico incantesimo" per l'ex convento di Santa Sofia Italia viva attacca l’amministrazione comunale sull’utilizzo dell'immobile
1 L’ufficio tecnico cambia casa ma è polemica L’ufficio tecnico cambia casa ma è polemica Spostati gli uffici dei lavori Pubblici presso l’ex convento di Santa Sofia
© 2001-2024 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.