Giuseppe Di Mattia
Giuseppe Di Mattia
Passeggiando con la storia

Giuseppe Di Mattia: minore conventuale, docente universitario, giurista, giudice, scrittore

Rubrica "Passeggiando con la storia" di Giuseppe Massari

Nato a Gravina, da Domenico e Rosa Accettura, il 17 novembre 1920, muore a Perugia, all'età di 84, il 17 ottobre 2014. Entrato nell'Ordine dei Francescani Minori Conventuali, emette la professione religiosa il giorno di Natale del 1936. Il 4 luglio del 1943 viene ordinato sacerdote. Nel 1952 consegue, prima, la laurea in Utroque iure presso l'Università Lateranense. Successivamente, nel 1955, viene insignito dell'alloro accademico, laureandosi in Giurisprudenza presso l'Università di Perugia. La sua vita è divisa tra impegni cattedratici, di studi e di responsabilità nella stessa vita dell'ordine monastico a cui appartiene. Infatti, insegna nei seminari della Provincia religiosa delle Marche, rivestendo, anche i ruoli di vice rettore e poi di rettore dei giovani professi ad Urbino e Osimo, fino a ricoprire l'incarico di responsabile e di governo della stessa provincia.

Nel 1958 viene trasferito ad Assisi, presso il Sacro Convento, destinato all'insegnamento di Diritto canonico nell'Istituto teologico di Assisi, affiliato alla Pontificia Università Lateranense. La sua carriera di docente si espande, toccando gli atenei di Perugia, nella Facoltà di Giurisprudenza, come assistente volontario e poi straordinario e successivamente, a Roma, presso la Lateranense, dove è docente di Diritto penale canonico. Dapprima viene chiamato ad assumere il ruolo di vice presidente presso il Tribunale Regionale dell'Umbria, con sede a Perugia; successivamente è anche nominato giudice presso il Tribunale di appello nel Vicariato di Roma.

Collocato a riposo per raggiunti limiti di età, il Consiglio di Facoltà della Pontificia Università Lateranense, consapevole del valido apporto scientifico e di docenza, il 14 gennaio del 1992, gli conferisce, all'unanimità il titolo di Professore Emerito. Tra l'altro, ebbe parte nella stesura dello Statuto della Fondazione Benedetto XIII, seguendo tutte le fasi per il suo riconoscimento giuridico. In onore di padre Di Mattia, il clarettiano Domingo J. Andrés Gutiérrez scrisse: "L'attività di ricerca e di produzione scientifica, che hanno attirato l'attenzione del professor Di Mattia e a cui ha dato un valido contributo, spazia su una vasta gamma di tematiche, privilegiando, in diversi periodi, alcuni settori. Pertanto, oltre alla tematica su svariati e importanti argomenti di diritto canonico ed ecclesiastico, conta evidenziare tre momenti-settori, cui il professor Di Mattia ha dato un particolare e notevole apporto: Settore matrimoniale, Condizione giuridica del Santuario di San Francesco in Assisi, Legislazione e dottrina penalistica". Nello specifico, scorriamo i titoli, ricavati dallo schedario bibliografico della Fondazione Museo, Biblioteca Pomarici Santomasi di Gravina in Puglia.



De praeclaris inferioribus in religione clericali exempta, Roma 1955;
Il concetto giuridico di sovranità nel Diritto ecclesiastico e civile, in Miscellanea Francescana, v. 58, 1959, IV;
Jurisdictio quasi episcopalis a Altare papale della basilica Patriarcale e cappella papale di S. Francesco in Assisi, in Ephemerides Juris Canonici, XV, 1959, n. 1-4;
L'anima serafica di Mons. Giovanni Maria Sanna Vescovo Francescano Conventuale, Commemorazione, a cura delle Suore Terziarie Francescane di Gesù Crocifisso, Gravina in Puglie, 1959;
Il Diritto Penale Cattolico nella Giurisprudenza della S.R. Rota, in Ephemerides Iuris Canonici, Annus XVI, 1960, N. 1, Officium Libri Catholici, Roma;
La diffamazione in persona disonorata nel Diritto Canonico, in Ephemerides Iuris Canonici, Annus XVII, 1961, Roma, Officium Libri Catholici;
Brevi note in tema di "Aversio ex capite vis et metus", in Apollinaris XXXV, 1962
Il diritto di autore in relazione al voto di povertà del religioso, in Miscellanea Francescana, v. 63, 1963, IV;
Il Sacro Convento di S. Francesco in Assisi e la sua legislazione (contributo per la revisione delle Costituzioni O.F.M. Conv., Assisi 1966;
La dottrina sulla forma canonica del matrimonio e la proposta per un suo riesame, in Apollinaris, 44. 1971;
Poteri dello stato nella disciplina del negozio matrimoniale : indicazioni per una revisione della dottrina canonistica, in Atti del Congresso internazionale di diritto canonico, La Chiesa dopo il Concilio, Giuffrè Milano, 1972;
A Oregina di Genova: fu vero matrimonio? : riflessioni alla luce dello jus conditum e in prospettiva jus condendum, in Archivio giuridico, 1972, Modena : STEM-Mucchi, 1972;
Areligiosità dei battezzati e forma canonica del matrimonio, in Archivio giuridico, v.183, fasc. 1-2 (1972), Modena : STEM-Mucchi, 1972;
La forma canonica del matrimonio. Revisione radicale. Ediz. Paoline, Roma 1972;
La Basilica di S. Francesco in Assisi dal decreto Pepoli del 1860 all'art. 27 del Concordato del 1929: appunti per uno studio storico-giuridico con appendice di documenti. Centro di studi umbri presso la Casa di Sant'Ubaldo in Gubbio, 1973;
Collegio giudicante e sentenza di rinvio a procedimento ordinario nel Motu Proprio "Causa Matrimoniale", in Raccolta di studi in onore di Marcello Magliocchetti, Roma 1975;
L'"antico e il nuovo" sull'essenza e sui fini del matrimonio canonico, in "Il diritto di famiglia e delle persone", 1975;
Documenti pontifici costitutivi della condizione giuridico-ecclesiale della Basilica patriarcale e Cappella Papale di S. Francesco in Assisi, in In memoria di Salvatore Vivona, Accademia Properziana del Subasio, 1977;
La bozza di revisione del Concordato: verso l'emanazione costituzionale ed ecclesiologica, in Annali della Facoltà di Scienze Politiche A.A. 1977- 78;
Il Decreto Tametsi e le sue radici nel Concilio di Bologna, in Apollinaris, LIII, 1980 e in Annali di Macerata 1982;
Il Decreto Tametsi nasce a Bologna. Saggio per una ricostruzione sistematica del dibattito nella fase bolognese, Roma Pontificia Università Lateranense 1983 e in Apollinaris, LVIII, 1984.
Sostanza e Forma nel nuovo diritto penale canonico, in Apollinaris, Anno: 1984, Volume: 57 Numero: 1;
Tutela della famiglia e legislazione penale a suo sostegno nel diritto della Chiesa, in La famiglia e i suoi diritti nella comunità civile e religiosa. Atti del VI Colloquio Giuridico, Laterano 24 – 26 aprile 1986, in collana Utrumque Jus, n. 16, Libreria Editrice Vaticana e Libreria Editrice Lateranense 1987;
L'aborto: Aspetti medico legali e punibilità in Diritto Canonico, in Apollinaris, LXI, 1988;
Processo penale canonico e animazione pastorale, in Apollinaris, LXII (1989);
pena ed azione pastorale nel diritto penale della Chiesa, in Monitor Ecclesiasticus, 1989, I – II;
Riconciliazione e pastoralità nel processo penale canonico, in Justus Judex, Essen 1990;
Il diritto penale canonico a misura d'uomo, in Revista Espanda de Derecho Canonico, vol. 47, n. 129 (1990), e in Apollinaris, LIV (1991);
Potere e consultazione nel diritto penale canonico come strumento della"communio ecclesialis", in Atti Colloquio internazionale romanistico-canonico: Esercizio del potere e prassi della Conciliazione, Roma- Università Laterano 10-12 maggio 1990, Libreria Editrice Vaticana e Libreria Editrice Lateranense 1991;
La normativa di diritto penale nel Codice di Diritto Canonico e nel Codice dei Canoni delle Chiese Orientali, per la Giornata di studio su "Codice dei dei canoni delle Chiese Orientali, Roma Università Laterano 6 maggio 1991, in Apollinaris LXV (1992);
Dottrina sociale e Diritto del Lavoro nel Codice di Diritto canonico, in Rerum Novarum, L'uomo al centro della società e via della Chiesa. Atti del Congresso Internazionale Universitario ( 6-9 maggio 1991), Libreria Editrice Vaticana e Libreria Editrice Lateranense, 1992;
Diritto alla Difesa e Procedura penale amministrativa in Diritto Canonico, Suplementum Fidelium Iure de derechos y deberes fundamentales de fiel. 3, 1993;
Il Diritto della Chiesa: interpretazione e prassi. Il principio della legalità nel Processo Penale Canonico, in Studi Giuridici, XLI, Libreria Editrice Vaticana, Città del Vaticano, 1996;
L'esercizio della immediata e ordinaria giurisdizione pontificia nella Basilica patriarcale di S. Francesco in Assisi, in AA. VV: Il Papa e la basilica di S. Francesco in Assisi, Assisi, 1999.
  • Giuseppe Massari
Altri contenuti a tema
2 Un turismo possibile a Gravina dopo il Coronavirus Un turismo possibile a Gravina dopo il Coronavirus Prospettive future per il settore all’indomani dell’emergenza sanitaria
Le croci di legno affisse sulle principali “Porte” della città antica Le croci di legno affisse sulle principali “Porte” della città antica Rubrica “Passeggiando con la storia” a cura di Giuseppe Massari
L’Orsini in Puglia da cardinale e da papa L’Orsini in Puglia da cardinale e da papa Rubrica “Passeggiando con la storia” a cura di Giuseppe Massari
Filippo Neri santo grazie anche alla testimonianza di un miracolato gravinese Filippo Neri santo grazie anche alla testimonianza di un miracolato gravinese Rubrica “Passeggiando con la storia” a cura di Giuseppe Massari
Ferdinando Sottile Meninni: benefattore, cultore dell’arte, politico Ferdinando Sottile Meninni: benefattore, cultore dell’arte, politico Rubrica “Passeggiando con la storia” a cura di Giuseppe Massari
Di Adriano Amendola un nuovo libro sul collezionismo artistico degli Orsini Di Adriano Amendola un nuovo libro sul collezionismo artistico degli Orsini Rubrica “Passeggiando con la storia” a cura di Giuseppe Massari
La storica chiesetta di Sant’Emidio La storica chiesetta di Sant’Emidio Rubrica “Passeggiando con la storia” a cura di Giuseppe Massari
1 Ninì Langiulli: una memoria racchiusa nei ricordi personali e di famiglia Ninì Langiulli: una memoria racchiusa nei ricordi personali e di famiglia La testimonianza di Giuseppe Massari sulla scomparsa dell'avvocato
© 2001-2020 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.