passeggiando con la storia- Francesco D'Alonzo
passeggiando con la storia- Francesco D'Alonzo
Passeggiando con la storia

Francesco D’Alonzo: tenente colonnello, pluridecorato

Rubrica “Passeggiando con la storia” a cura di Giuseppe Massari

Di lui ha già scritto Amedeo Visci nel suo: "Gravina tra crepuscolo giolittiano e Grande Guerra (1909 – 1919)", nel 5° capitolo: "Gravina eroica", Edizioni Ermes, Potenza, 1992. Francesco D'Alonzo, nasce a Gravina il 13 aprile 1887. Avviandosi subito alla carriera militare, la sua vita è costellata di encomi, di riconoscimenti, di attestati e di medaglie. Il primo encomio gli arriva dal Capo di Stato Maggiore: "per aver prestato, tra il 1912 e il 1916, la sua opera in modo altamente lodevole come membro della Commissione e per l'Ordinamento delle Sezioni Mitragliatrici Campali leggere.

Partecipò al Grande conflitto, dal maggio 1915 al maggio del 1917,con il grado di Capitano, tra il Carso e l'Altipiano di Assago, riportando ferite durante quattro diversi fatti d'arme. La sua ascesa agli alti vertici militari fu rapida. Fu subito maggiore ed infine tenente colonnello, cioè con i gradi guadagnati sul campo. Tra gli attestati di stima, onorificenze, encomi, medaglie, il suo carnet è ricco. Si va da quelli stranieri a quelli italiani. Ricevette la Croce di guerra francese con palma e l'Ordine Militare Inglese. Le quattro medaglie conseguite, a novembre del 1915, a maggio del 1916, ad agosto dello stesso anno e a maggio del 1917, al valor militare furono d'argento.

Ebbe l'onore, rarissimo, di essere insignito anche della onorificenza di Cavaliere dell'Ordine Militare di Savoia. Nello scorrere del tempo, durante gli anni del primo conflitto mondiale, non mancarono altri e sempre nuovi traguardi. Ricevette, a giugno e a settembre del 1917 due medaglie di bronzo per due diverse operazioni ed impegni profusi a servizio della sua nazione. In seguito alle numerose ferite riportate, viene inviato in Tripolitania, in qualità di Comandante del Forte di SidìBilal. Fu proprio in Tripolitania, con determinazione del governo locale, che il 25 luglio 1918 venne insignito della Croce al merito di guerra.

Successivamente, per benemerenze di guerra, il Re, motu proprio, lo decora della Croce di Cavaliere dell'Ordine dei SS. Maurizio e Lazzaro. Il suo medagliere si conclude annoverando, tra l'altro, il prestigioso titolo della Croce di Cavaliere Ufficiale della Corona d'Italia e Cavaliere dell'Ordine Coloniale della Stella d'Italia. Smessi i panni del militare, terminata la Grande guerra, tornò nella sua città natale dove ricoprì numerose cariche politiche, tra le quali quella di Segretario federale del Fascio. Stando al titolo di un articolo della Gazzetta del Mezzogiorno, riportato in nota da Visci, si legge che D'Alonzo morì improvvisamente verso la fine di settembre del 1934.
  • Giuseppe Massari
Altri contenuti a tema
L’ex monastero e chiesa di Santa Sofia L’ex monastero e chiesa di Santa Sofia Rubrica “Passeggiando con la storia” a cura di Giuseppe Massari
L’altare della Presentazione di Maria al Tempio opera di Stefano da Putignano L’altare della Presentazione di Maria al Tempio opera di Stefano da Putignano Rubrica “Passeggiando con la storia” a cura di Giuseppe Massari
Il monumento funebre a Ferdinando III Orsini nella ducale chiesa del Purgatorio Il monumento funebre a Ferdinando III Orsini nella ducale chiesa del Purgatorio Rubrica “Passeggiando con la storia” a cura di Giuseppe Massari
Armi, divise, cimeli da guerra e da caccia nel patrimonio della Fondazione Pomarici Santomasi Armi, divise, cimeli da guerra e da caccia nel patrimonio della Fondazione Pomarici Santomasi Rubrica “Passeggiando con la storia” a cura di Giuseppe Massari
Gli abiti d’epoca della Fondazione  Pomarici  Santomasi Gli abiti d’epoca della Fondazione Pomarici Santomasi Rubrica “Passeggiando con la storia” a cura di Giuseppe Massari
Architettura e scultura monumentale del ventennio fascista a Gravina Architettura e scultura monumentale del ventennio fascista a Gravina Rubrica “Passeggiando con la storia” a cura di Giuseppe Massari
La presenza delle Suore “Ancelle del Santuario” nel Ricovero di Mendicità e nell’Ospedale La presenza delle Suore “Ancelle del Santuario” nel Ricovero di Mendicità e nell’Ospedale Rubrica “Passeggiando con la storia” a cura di Giuseppe Massari
La monumentale chiesa di San Francesco nella sua evoluzione storica La monumentale chiesa di San Francesco nella sua evoluzione storica Rubrica “Passeggiando con la storia” a cura di Giuseppe Massari
© 2001-2021 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.