restauro imaculata
restauro imaculata
Associazioni

Torna a splendere la tela della Immaculata Conceptio

Concluso il lavoro dei giovani restauratori gravinesi. Grande la soddisfazione del vescovo Paciello.

I gioielli di famiglia tornano a casa.

E' stato riportato al suo posto il dipinto dell'Immaculata Conceptio, ospite della chiesa di Santa Maria del Suffragio, meglio nota come chiesa del Purgatorio, in piazza Notar Domenico. L'arduo lavoro di recupero della tela seicentesca, attribuita ad uno dei seguaci della scuola guariniana, è opera di Gianna Lavenuta e Giuseppe Digennaro, due ormai ex studenti dell'Accademia di belle arti leccese, laureatisi in restauro pittorico con una tesi proprio sul dipinto dell'Immacolata. E "Gioielli di famiglia" è stata intitolata la serata per la consegna dei lavori di restauro, cui hanno partecipato don Michele Gramegna, presidente dell'Opera Pia Sacro Monte dei Morti, finanziatrice del restauro; il vescovo della diocesi di Altamura-Gravina-Acquaviva delle Fonti, monsignor Mario Paciello; il sindaco Alesio Valente; Giovanni Pacella, in rappresentanza dell'associazione "Benedetto XIII", e la docente Rosanna Lerede, curatrice del restauro.

Generalmente, per i nostalgici i gioielli di famiglia sono metafora delle radici passate; per i più materialisti, invece, essi hanno un mero contenuto economico. "Quello che città come Gravina sono capaci di offrire, non è un forziere da scardinare, non è la semplice somma dei suoi monumenti, musei e bellezze naturali; ma è innanzitutto il loro comporsi in un unicum. La Chiesa del Purgatorio è un forziere che abbiamo avuto in eredità dai Duchi Orsini, ed è nostro compito tutelare e salvaguardare i gioielli che conserva". Questo è il significato che i due restauratori hanno inteso attribuire ai "gioielli di famiglia". "In più di quattro mesi di impegno, Lavenuta e Digennaro, con un vero e proprio intervento di microchirurgia e con tanta affezione e dedizione, hanno riportato alla luce la tela della Madonna Immacolata", spiegala Rosanna Lerede, che in sinergia con la Soprintendenza ha seguito i lavori.

Discesa dall'altare a fine 2012 e sottoposta ad un trattamento di restauro in loco per evitare i traumi dello spostamento, la tela si presentava piuttosto malconcia: cattivo stato di conservazione, alterazioni cromatiche, deformazioni e strappi. Questo era il quadro clinico. I due giovani restauratori hanno proceduto, scientificamente, dapprima con la dislocazione del dipinto, posizionandolo nel laboratorio approntato alle spalle dell'abside centrale della chiesa, e successivamente con le fasi di cura del supporto ligneo, pulitura, avvicinamento dei lembi, consolidamento del colore, stuccatura e reintegro pittorico, rendendo, inoltre, in più occasioni, fruibile il lavoro di restauro.

"Crediamo in questa formula di attenzione nei confronti dei beni", dicono Lavenuta e Digennaro, "perché riteniamo che la proposta sarebbe vantaggiosa anche solo considerando che la manutenzione continua abbatte i costi della conservazione; se a ciò si aggiunge l'alto valore performativo del metodo, non si può non iscriverlo nella spesa attiva per lo sviluppo di un territorio, stimolando, così, la tutela attiva e partecipata del patrimonio". In coda, la dedica: "Alla nostra amara terra Gravina, affinchè un giorno possa essere migliore".

(a cura di Grazia Cozzoli)
24 fotoL'Immaculata Conceptio torna a risplendere
Restauro della Imaculata ConceptioRestauro della Imaculata ConceptioRestauro della Imaculata ConceptioRestauro della Imaculata ConceptioRestauro della Imaculata ConceptioRestauro della Imaculata ConceptioRestauro della Imaculata ConceptioRestauro della Imaculata ConceptioRestauro della Imaculata ConceptioRestauro della Imaculata ConceptioRestauro della Imaculata ConceptioRestauro della Imaculata ConceptioRestauro della Imaculata ConceptioRestauro della Imaculata ConceptioRestauro della Imaculata ConceptioRestauro della Imaculata ConceptioRestauro della Imaculata ConceptioRestauro della Imaculata ConceptioRestauro della Imaculata ConceptioRestauro della Imaculata ConceptioRestauro della Imaculata ConceptioRestauro della Imaculata ConceptioRestauro della Imaculata ConceptioRestauro della Imaculata Conceptio
    © 2001-2019 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
    GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.