giovani in carriera
giovani in carriera
Scuola e Università

Principi Attivi pubblica la graduatoria dei progetti ammissibili

2.214 quelli che rientrano in questa categoria. A fine dicembre i nomi dei vincitori

Entro il 31 dicembre si conosceranno i nomi dei vincitori del bando Principi Attivi, l'iniziativa della Regione Puglia, nell'ambito del programma Bollenti Spiriti, che finanzia le idee dei giovani pugliesi con un contributo a fondo perduto fino a 25mila euro.

Il bando Principi Attivi era stato pubblicato a febbraio del 2010 (con scadenza fissata al 14 giugno 2010) ed era stato inizialmente finanziato con 2,2 milioni di euro interamente provenienti da fondi regionali. In risposta al bando Principi Attivi 2010 sono pervenute 2.231 candidature da tutte e sei le province pugliesi. A fronte del grande numero di candidature, la Regione Puglia ha stanziato altri 3 milioni di euro per un ammontare complessivo di 5,2 milioni di euro. Questo consentirà alla Regione Puglia di finanziare oltre 200 progetti.

Nei mesi scorsi è stata realizzata la prima fase di valutazione, consistente nell'accertamento dei requisiti formali richiesti dal bando. Sono 2214 i progetti ritenuti ammissibili - tra cui quelli di molti giovani gravinesi - e che adesso dovranno superare l'esame della commissione di valutazione, composta da 12 esperti indicati dall'Agenzia regionale per la tecnologia e l'innovazione, la quale procederà alla valutazione delle candidature e selezionerà i progetti vincitori. Il processo di valutazione si concluderà, con la pubblicazione delle graduatorie, entro il 31 dicembre 2010 (in allegato la grduatoria dei progetti giudicati accoglibili).
  • Principi attivi
Altri contenuti a tema
Principi Attivi: 44 i progetti gravinesi Principi Attivi: 44 i progetti gravinesi 2.384 le candidature provenienti dall'intera regione
© 2001-2022 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.