Aiuola scolastica
Aiuola scolastica
Scuola e Lavoro

Nel giardino della scuola un'aiuola per le api

I bambini della San Giovanni Bosco piantano fiori

Il 20 maggio si è svolta la Giornata mondiale delle api, ricorrenza istituita dall'Onu nel 2017 per ricordare il fondamentale ruolo svolto da questa specie nel mantenimento dell'equilibrio naturale. Senza di loro è a rischio la sopravvivenza dell'intero Pianeta, le api offrono un contributo importante per la sopravvivenza della biodiversità.

In base a ricerche recenti, il 90% del cibo che mangiamo è "frutto" del lavoro di impollinazione, messo in pericolo da inquinamento, cambiamenti climatici e uso intensivo di fitofarmaci nell'agricoltura. Il declino e la progressiva estinzione delle api rappresenta una minaccia per l'intera popolazione: il 75% delle colture alimentari mondiali dipendono in una certa misura dall'impollinazione per resa e qualità. L'assenza delle api eliminerebbe la produzione di caffè, mele, pomodori, zucche, mandorle, fragole. Gli impollinatori, che sono uno tra gli indicatori biologici della qualità dell'ambiente, rappresentano ad oggi una delle emergenze ecologiche più importanti poiché le api non muoiono solo per cause naturali e ambientali (primo fra tutti il cambiamento climatico e l'innalzamento delle temperature), ma anche per colpa dell'uomo. Dal 1980 al 2010 la popolazione mondiale di api e vespe si è ridotta quasi del 40%, come testimoniato dalla Fai (Federazione Apicoltori Italiani).

Urgente, quindi, sensibilizzare sul ruolo centrale che hanno questi insetti e attuare delle iniziative volte a debellare il rischio di estinzione, agevolando il processo d'impollinazione. Un dovere etico che molte scuole hanno preso a cuore, riscontrando un enorme entusiasmo da parte dei bambini e approfittando dell'occasione per trasferire concetti importanti di rispetto e educazione verso la natura che ci ospita.

Dopo le giornate mondiali dell'acqua e della terra, la scuola "San Giovanni Bosco" di Gravina ha deciso di aderire al "World Bee Day" e dare un contributo reale e concreto con la piantumazione di fiori colorati nel giardino del plesso. Un imprinting doveroso per il trasferimento di un messaggio di tutela ambientale nelle nuove generazioni che ha trovato destinatari appassionati e attivi. Come api laboriose e attente i 48 piccoli apprendisti agricoltori delle classi seconde della primaria, guidati dai volenterosi collaboratori scolastici, hanno preparato il terreno per ospitare le piantine.

Le alunne e gli alunni, Angela Tavani che ha voluto fortemente sposare l'iniziativa insieme alle altre insegnanti/colleghe e la dirigente Antonia Masserio, molto sensibili e attenti al tema "Ambiente, Biodiversità, Ecosistema, Agenda 2030", hanno dato vita a un vero e proprio Pit-stop. Una stazione di servizio nel giardino scolastico, piantando fiori di diverse specie, per consentire alle preziose api di continuare il loro compito di impollinazione. Prima della giornata dedicata, gli alunni delle classi seconde hanno imparato la differenza tra i due regni vegetale e animale, la funzione fondamentale delle api nell'ecosistema e realizzato un lavoretto con carta e colori. Secondo aspetto rilevante, non secondario, è la portata di questa iniziativa outdoor nella formazione delle piccole menti, linfa vitale e speranza per il futuro.

La volontà di insegnanti e dirigente è quella di dare alla scuola un'impronta ecologista, educare al rispetto della natura, stimolare un'attenzione verso cibi semplici e del territorio (vicino i fiori sono state collocate dai bambini anche piantine di fagioli) e tracciare il solco per altre iniziative simili. L'amministrazione comunale, nella persona dell'assessore al verde pubblico Felice Lafabiana, si è impegnata a dotare la scuola di terreno fertilizzante per le nuove piantine e ad organizzare una giornata di apprendimento invitando a scuola un esperto apicoltore. Complementare a questo tema, un altro progetto dell'insegnante Tavani che ha visto i piccoli lavorare di fantasia per ricreare un plastico della propria cameretta, o quella dei sogni, utilizzando esclusivamente materiale di riciclo.

Educare i piccoli per educare gli adulti, questa sembra la sfida decisiva in quella lotta contro il tempo per salvare il pianeta. I bambini della San Giovanni Bosco ora lo sanno e sono certi e desiderosi di rispettare il patto sancito con la natura.

Lo stesso Franco Battiato, precursore della lotta all'inquinamento, nel lontano 1972 con il brano "Ti sei mai chiesto quale funzione hai?" metteva in discussione i paradigmi di un progresso irreversibile sottolineando il posto che ognuno di noi occupa nel mondo. Tempo ne è passato ma pare che la lezione del Maestro non sia stata recepita, o forse non ha trovato orecchie pronte all'ascolto. Confidiamo nella Generazione Z.
6 fotogiornata mondiale api- scuola san giovanni Bosco
giornata mondiale api- scuola san giovanni Boscogiornata mondiale api- scuola san giovanni Boscogiornata mondiale api- scuola san giovanni Boscogiornata mondiale api- scuola san giovanni Boscogiornata mondiale api- scuola san giovanni Boscogiornata mondiale api- scuola san giovanni Bosco
  • Scuola San Giovanni Bosco
Altri contenuti a tema
Educare alla gentilezza a scuola Educare alla gentilezza a scuola La medaglia d’oro Vittoria Bianco ospite alla "S. Giovanni Bosco"
L’atleta paraolimpica Bianco ospite della San Giovanni Bosco L’atleta paraolimpica Bianco ospite della San Giovanni Bosco In occasione della giornata della gentilezza
La San Giovanni Bosco è scuola Montessori La San Giovanni Bosco è scuola Montessori Inaugurate la Casa dei bambini e una classe montessoriana della primaria
Adeguamento funzionale e messa in sicurezza delle palestre scolastiche Adeguamento funzionale e messa in sicurezza delle palestre scolastiche Il Comune si candida al finanziamento ministeriale
Consulta della disabilità, deciso il nuovo logo Consulta della disabilità, deciso il nuovo logo Il simbolo scelto con un concorso dell’istituto comprensivo “Bosco -Benedetto XIII”
Venerdì niente scuola per i bambini della "San Giovanni Bosco" Venerdì niente scuola per i bambini della "San Giovanni Bosco" Ordinanza di chiusura per la concomitanza dei lavori Enel
Educazione civica a Palazzo di città Educazione civica a Palazzo di città Il sindaco incontra gli alunni della “San Giovanni Bosco”
La legalità comincia dall'infanzia La legalità comincia dall'infanzia La scuola San Giovanni Bosco ospita il convegno "Camminiamo insieme sui sentieri della Legalità"
© 2001-2021 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.