museo
museo
Palazzo di città

Museo archeologico, gestione affidata alla Fondazione

Ecco i dettagli del provvedimento

Il Museo Archeologico di piazza Benedetto XIII affidato alla Fondazione Pomarici Santomasi per almeno un anno.

Ovvero il tempo necessario di ottenere tutte le autorizzazioni dalla Soprintendenza a riportare i reperti conservati nel Museo e ora custoditi presso il Convento di San Sebastiano, allestire le sale e avviare una gara d'appalto per affidare a terzi la gestione della struttura.
Per il momento il Museo resterà una costola della Fondazione aperta al pubblico dal lunedì al venerdì dalle ore 9,00 alle ore 13,00 e dalle 16,00 alle ore 19,00, il sabato dalle ore 10,00 alle ore 13,00 e dalle ore 16,00 alle 19,00, nonché le domeniche e giorni festivi dalle ore 10,00 alle ore 13,00.

L'incarico, affidato in tutta fretta e per rispettare i tempi perentori imposti dalla Regione Puglia, è stato assegnato a favore della Fondazione, ente morale partecipato dal Comune di Gravina, sulla base degli obiettivi imposti dallo statuto della stessa Fondazione che contempla, tra le varie finalità, anche quella della "conservazione e valorizzazione dei beni e delle attività culturali riguardanti il patrimonio culturale, artistico ed archeologico di Gravina in Puglia e si prefigge il patrocinio e la promozione di iniziative intese a divulgare i valori artistici, storici e culturali, e le tradizioni popolari della Città".

E se ciò non bastasse, lo scorso anno l'Ente Morale è stata firmataria di un protocollo di intesa con il "Polo Museale della Puglia" con cui si stabilisce di realizzare in collaborazione tutte quelle attività e iniziative rivolte a sostegno delle attività nei settori culturali, turistici, ricreativi per lo sviluppo di progetti, iniziative e servizi coerenti con la valorizzazione dei caratteri del territorio.

Il Comune intanto si impegna a riconoscere un rimborso forfettario di 5.000,00 euro a favore della Fondazione che potrà anche avvalersi delle conoscenze e delle capacità della azienda gravinese che ha gestito in sub appalto i lavori di restauro del museo potendo vantare professionalità esperte nella fruizione dei luoghi e nella conoscenza delle componenti digitali istallate all'interno del percorso museale.
Nei prossimi mesi , ottenuto il via libera della Soprintendenza si potrà procedere alla esposizione dei reperti del Museo Civico Archeologico.
  • Fondazione Ettore Pomarici Santomasi
  • museo archeologico
Altri contenuti a tema
1 Riconoscimento per i giovani laureati gravinesi Riconoscimento per i giovani laureati gravinesi Anche a Gravina si è svolta la cerimonia dello Smart Graduation Day
Il ritorno “in patria” di San Michele Il ritorno “in patria” di San Michele La statua restaurata del patrono, consegnata dai Lions alla Fondazione Santomasi
1 Vasi di Botromagno in mostra Vasi di Botromagno in mostra L’iniziativa della Soprintendenza per le Giornate Europee del Patrimonio
Cultura, Fondazione Santomasi pronta a ripartire Cultura, Fondazione Santomasi pronta a ripartire Dopo il lockdown arrivano nuove iniziative. Rivendicato il ruolo di punto di riferimento
Fondazione Santomasi, si riparte con nuovo entusiasmo Fondazione Santomasi, si riparte con nuovo entusiasmo Intervista al presidente Mario Burdi, a fine mandato
La Fondazione Santomasi riapre i battenti La Fondazione Santomasi riapre i battenti Nella casa museo sarà garantita la massima sicurezza ai visitatori e agli operatori museali
Gli abiti della Fondazione Santomasi in mostra a Bari Gli abiti della Fondazione Santomasi in mostra a Bari Antichi vestiti e accessori dell’ente morale gravinese presenti nell’esposizione “Moda al Castello”
Corso di formazione in turismo esperienziale Corso di formazione in turismo esperienziale Nuova proposta della fondazione Santomasi
© 2001-2020 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.