scorienucleari
scorienucleari
Territorio

Lo spettro dei rifiuti nucleari sulla Murgia

Indiscrezione rilanciata dai principali quotidiani nazionali. Ventricelli: "Pronti a contrastare quest'eventuale scelta"

È allarme su alcune indiscrezioni apparse su alcuni quotidiani in questi giorni (Corriere della Sera, Sole 24 Ore, portale internet de La Gazzetta del Mezzogiorno) in cui si prospetterebbe l'individuazione, da parte della Sogin, di una cinquantina di comuni italiani con le più idonee caratteristiche ad ospitare siti per le scorie nucleari. Tra questi figurerebbero territori al confine tra Puglia e Basilicata, come anche tra Puglia e Molise.

Seppur si tratti di un'idea, i primi dissensi politici non sono tardati ad arrivare. Michele Ventricelli, ad esempio, consigliere regionale di Sinistra Ecologia Libertà, ha presto dichiarato un forte dissenso su tali indiscrezioni.

"Mi associo alle parole del governatore Vendola ed esprimo il mio totale dissenso – ha riferito Ventricelli in una nota per i mezzi di stampa –. Aggiungo che se la zona individuata tra la Puglia e la Basilicata dovesse essere il territorio murgiano, posso assicurare che quelle comunità si troveranno pronte a contrastare in maniera netta ed inequivocabile quella scelta. La Murgia, la Puglia tutta, hanno già dato tanto. Ora è arrivato il momento di dire basta a scelte energetiche che hanno provocato troppi danni ai nostri territori. La Puglia non ha bisogno del nucleare, né tanto meno di diventare l'immondezzaio nucleare italiano. Una terra che, attraverso le politiche energetiche degli ultimi anni, è diventata la prima produttrice italiana di energia da fonti rinnovabili. Una "discarica" del genere in Puglia – conclude il consigliere regionale altamurano – sarebbe davvero il colmo".
  • Michele Ventricelli
  • Murgia
  • Scorie
Altri contenuti a tema
Deposito nucleare, evitare strumentalizzazioni politiche Deposito nucleare, evitare strumentalizzazioni politiche Articolo Uno critica la Lega e invita consiglio comunale a non perdere tempo
2 Deposito scorie, M5S voce fuori dal coro Deposito scorie, M5S voce fuori dal coro “Valente semina panico ingiustificato e scenari apocalittici infondati per Gravina”
Deposito nucleare, nasce comitato cittadino con sindacati e associazioni Deposito nucleare, nasce comitato cittadino con sindacati e associazioni Area scelta è a ridosso del bosco
2 Deposito nucleare, Comuni e Regione si organizzano Deposito nucleare, Comuni e Regione si organizzano Incontri per fare fronte comune con il Parco e con la Basilicata
Coldiretti: deposito nucleare, un paradosso in un'area protetta Coldiretti: deposito nucleare, un paradosso in un'area protetta "Non si possono bruciare stoppie, invece sì possono stoccare scorie"
Deposito nucleare, cresce la schiera dei contrari Deposito nucleare, cresce la schiera dei contrari I commenti di Gioventù Nazionale Puglia e Basilicata e di Sasso (Lega)
Dissentono Punto GG e Ass. Bosco Difesa Grande Dissentono Punto GG e Ass. Bosco Difesa Grande Secco no al deposito per tutelare territorio e comunità
3 Deposito nucleare, la società civile si mobilita Deposito nucleare, la società civile si mobilita Da sindacati, ambientalisti e imprenditori è un coro di "no"
© 2001-2021 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.