convegno caba
convegno caba
Associazioni

Il Caba a Santa Sofia?

Il sindaco avanza proposte per la nuova sede. Il 30 settembre l'associazione ha lasciato di via Borgo.

"Il Caba avrà la sua sede".

La promessa non arriva per bocca di un marinaio bensì direttamente dal sindaco Alesio Valente, che intervenuto alcuni giorni fa proprio in un convegno organizzato dal Comitato per l'abbattimento della barriere architettoniche ha promesso dinanzi a tutti i presenti che a breve sarà individuata una sede comunale dove sarà trasferita la sede dell'associazione.

Il 30 settembre il Caba ha chiuso la sua sede in via Borgo a causa di alcune difficoltà economiche, come ripetutamente denunciato dal presidente Urbano Lazzari che ha in più occasioni sollecitato l'amministrazione comunale. Ora però le promesse sembrano stiano per diventare fatti concreti. Lazzari infatti, dopo aver strappato all'assessore Lorenzo Carbone la promessa di impegnarsi a rimuovere almeno una barriera al mese, ha anche convinto il sindaco a darsi una mossa nell'individuazione di una sede appropriata. Carbone si giustifica: "Sembrerà banale, ma nonostante il comune sia proprietario di diversi immobili, nessuna sede sinora presa in considerazione può ospitare il Caba poiché nessuna è costruita a misura di disabile".

L'impegno però è stato preso e a Carbone fa eco Valente: "Per fortuna siamo riusciti a recuperare i fondi per il restauro del convento di Santa Sofia. Il progetto prevede che un'ala del convento sia proprio destinata alle associazioni e alle attività culturali. Dato che la struttura sarà adeguata a tutte le normative contro le barriere architettoniche non è improbabile che il Caba trovi una sede proprio nel bellissimo convento di Santa Sofia".

Avanti tutta, allora. Basta solo un po' di pazienza.
    © 2001-2019 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
    GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.