Condratiembe
Condratiembe
Territorio

Condratìembe, storie e colture di una Puglia Biodiversa

Un progetto volto alla scoperta del nostro territorio

"Condratìembe", un viaggio attraverso i paesaggi pugliesi che mira alla tutela e alla salvaguardia delle antiche varietà autoctone di piante da frutto, olivo e vite.

Il termine "condratìembe" in dialetto pugliese vuol dire propriamente "controtempo", "fuori stagione" e si riferisce sostanzialmente a tutte quelle colture espressione della biodiversità, che si sono estinte per diverse ragioni o sono state relegate ai margini dell'attenzione dei produttori e dei consumatori, nelle quali risiede l'identità stessa di un territorio e dei suoi abitanti, della loro cultura e delle loro tradizioni.

Territorio che si preserva e produce frutti, di cui s'ignorava persino l'esistenza, sotto la tutela di contadini "fuori tempo", che, consapevoli e non, si fanno custodi di quelle centinaia antiche varietà autoctone, presenti in Puglia da secoli. Territorio che va curato, conservato e protetto con amore e dedizione.

Il progetto sulla Biodiversità pugliese frutto del lavoro scientifico del CRSFA "Basile Caramia" di Locorotondo e dello Spin Off Sinagri, si struttura di diverse parti: un video istituzionale con cui viene presentata l'intera attività; quindici video-interviste (5 interviste sulla vite e sul vino, 5 sull'olivo e sull'olio, 5 sulla frutta) ad agricoltori, esperti, responsabili di progetto...in giro per la Puglia, nelle quali emerge la biodiversità propria della Puglia, ma anche la bellezza di un territorio unico nel suo genere; tre corti monotematici, uno sulla vite, uno sulla frutta e uno sull'olivo.

Quest'ultimo si intitola "Diogene corre", in cui l'omonimo protagonista ripercorre la Puglia intera alla ricerca della biodiversità olivicola pugliese, partendo da Faeto, in provincia di Foggia, con la varietà "Peranzana", a Lecce e Melpignano, alla scoperta della gustosissima oliva "Butirra", passando per Sannicadro di Bari, con la dolce varietà "Termite" e poi per Statte, per conoscere il rapporto tra una coltura olivicola di qualità e la modificazione ambientale avvenuta ad opera dell'eco-mostro ILVA, fino alla quinta e ultima tappa: Gravina in Puglia.

Tra i prodotti che la nostra terra partorisce, ritroviamo infatti una varietà di oliva denominata "bambina", nome di origine incerta, che risale probabilmente al dopoguerra. Probabilmente il nome lo si deve all'olio prodotto da questo frutto, che era considerato dalle famiglie contadine l'alimento base per lo svezzamento e la nutrizione dei più piccoli: essendo molto ricco di acidi grassi insaturi, consentiva all'organismo di assimilare in modo più equilibrato tutti gli alimenti, necessari per uno sviluppo corretto e nella fase dello svezzamento, era in grado di eliminare o – almeno di tenere sotto controllo – il problema della stitichezza. In più, il suo sapore gradevole rendeva il gusto delle pappe sicuramente più appetibile per il bambino, abituato a nutrirsi del latte materno.

La prima del cortometraggio si terrà a Giugno 2016 presso il CRSFA "Basile Caramia" a Locorotondo.

Un itinerario alla scoperta delle tradizioni della Puglia, una terra, sconosciuta sotto diversi aspetti, che ha tanto da raccontare.
  • Progetto
  • Salvaguardia del territorio
Altri contenuti a tema
Lotta agli sprechi nei Comuni della Murgia Lotta agli sprechi nei Comuni della Murgia Una rete di ridistribuzione degli alimenti e dei prodotti farmaceutici da banco
Concorso di poesia "Viste DiVersi" Concorso di poesia "Viste DiVersi" Prorogata al 2 giugno la scadenza dell'iniziativa che promuove arte e natura
Gli alunni della scuola "Santomasi" in diretta con Marte Gli alunni della scuola "Santomasi" in diretta con Marte In Spagna hanno presentato un progetto sul pianeta rosso e sulla sonda "Insight"
2 Via Salvatore Quasimodo: consegnato il progetto esecutivo a Città Metropolitana Via Salvatore Quasimodo: consegnato il progetto esecutivo a Città Metropolitana Il Consigliere comunale Domenico Cardascia: "completato l'iter approvativo del progetto, si prevede l'avvio dei lavori in tempi brevi"
2 Cala il sipario sul progetto "Gomitolo Rosa" della Federcasalinghe Cala il sipario sul progetto "Gomitolo Rosa" della Federcasalinghe 16 i bambini partecipanti armati di lana, uncinetto e fantasia
Ipogei, arriva una legge per la tutela Ipogei, arriva una legge per la tutela Mercoledì la presentazione in regione
Interventi sul ponte acquedotto “Madonna della Stella” Interventi sul ponte acquedotto “Madonna della Stella” Approvato il progetto preliminare da sottoporre a finanziamento regionale o nazionale
La bellezza del nostro territorio, una risorsa economica. La bellezza del nostro territorio, una risorsa economica. Per capirne le potenzialità è necessario conoscerne la storia.
© 2001-2019 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.