al vida cabaret Sacco & Vanzetti
al vida cabaret Sacco & Vanzetti
Eventi e cultura

Cabaret impegnato al Teatro Vida

Brillanti sketch e profondi spunti di riflessione in “Cabaret Sacco e Vanzetti”

Terzo appuntamento ieri e stasera con gli spettacoli presentati da compagnie ed attori professionisti che arricchiscono il cartellone della stagione teatrale del Teatro Vida.

In scena Raffaele Braia e Valerio Tambone con "Cabaret Sacco & Vanzetti", di Michele Santeramo per la regia di Giampiero Borgia, che racconta la nota vicenda di Nicola Sacco e Bartolomeo Vanzetti, anarchici italiani immigrati negli Stati Uniti all'inizio del secolo scorso.

Accusati ingiustamente di duplice omicidio, vengono condannati a morte al termine di un processo farsa celebrato nel clima di politica del terrore praticata all'epoca dal governo americano nei confronti di chi nutriva simpatie anarchiche e comuniste e fortemente condizionato anche dal pregiudizio verso le origini italiane dei due imputati.

La messa in scena coniuga biopic e sketch tipici del cabaret, spaziando piacevolmente e con leggerezza, pur nella drammaticità della vicenda e nella profondità dei temi trattati, tra diverse forme di espressione artistica.
Sul palco due attori – Raffaele Braia (Nicola Sacco) e Valerio Tambone (Bartolomeo Vanzetti) – che, in un allestimento scenografico essenziale caratterizzato dalla presenza di alcune brande di ferro sospese, tengono vivo il ritmo e l'attenzione per un'ora e mezza, attraverso la recitazione, la danza, la musica e la narrazione.

Dettagliato nella rievocazione della vicenda storica e nell' inquadramento del contesto socio-politico dell'epoca, la rappresentazione è efficace anche nella caratterizzazione umana dei due protagonisti: due uomini, con i loro scontri, le loro aspirazioni, le loro paure, le loro speranze e il loro rapporto che si trasforma nei sette anni di forzata convivenza in prigione in una profonda amicizia che li legherà fino all'epilogo del loro tragico destino, che li renderà loro malgrado eroi e simboli di ogni discriminazione ed ingiustizia.

E' qui che la vicenda travalica i confini della storia ed entra nell'attualità, coinvolgendo i temi della pena di morte, della giustizia, dell'immigrazione, dell'intolleranza, del pregiudizio e della complice indifferenza di chi resta a guardare; aspetto, quest'ultimo, reso in modo particolarmente efficace dai personaggi che si rivolgono direttamente al pubblico, che in tal modo diventa testimone silenzioso, ma consapevole, dell'ingiustizia che viene consumata.

Uno spettacolo intenso ed emozionante, capace di offrire momenti di riflessione pur nella leggerezza della modalità di trattazione, tipica del cabaret.

Archiviato con successo questo appuntamento, il Teatro Vida riapre il sipario domani e domenica per l'ultima rappresentazione dell'anno, "Pulicinella giù la maschera!", sesto appuntamento della rassegna "Amattori…Insieme", commedia di Enzo D'Arcesto, portata in scena dalla Compagnia Cantina delle Arti di Sala Consilina.

di Andrea Mari
14 fotocabaret Sacco & Vanzetti
Cabaret Sacco & Vanzetti al VidaCabaret Sacco & Vanzetti al VidaCabaret Sacco & Vanzetti al VidaCabaret Sacco & Vanzetti al VidaCabaret Sacco & Vanzetti al VidaCabaret Sacco & Vanzetti al VidaCabaret Sacco & Vanzetti al VidaCabaret Sacco & Vanzetti al VidaCabaret Sacco & Vanzetti al VidaCabaret Sacco & Vanzetti al VidaCabaret Sacco & Vanzetti al VidaCabaret Sacco & Vanzetti al VidaCabaret Sacco & Vanzetti al VidaCabaret Sacco & Vanzetti al Vida
    © 2001-2019 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
    GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.