soldi6
soldi6
Territorio

Una “dote occupazionale” a disposizione dei datori di lavoro per contributi a stipendi

Sarà attivata dal 20 giugno fino ad esaurimento delle risorse finanziarie. Notevole incentivo sia per l'occupazione stabile che per la nuova occupazione

A partire dal 20 giugno fino ad esaurimento delle risorse finanziarie, le imprese di qualsiasi dimensione, le cooperative, i consorzi di piccole e medie imprese, le organizzazioni no profit, che hanno sede legale o produttiva nella Regione Puglia, potranno fare domanda per ricevere incentivi mirati a favorire l'occupazione. Le domande dovranno essere inoltrate on line attraverso il portale www.sistema.puglia.it., aprendo la sezione "Dote occupazionale" e seguendo le linee guida per l'utilizzo della procedura telematica. Sullo stesso portale (oltre che sul Bollettino), una volta terminate le valutazioni sulle candidature da parte del Servizio Politiche per il Lavoro della Regione Puglia, sarà pubblicato l'elenco delle imprese che potranno assumere nuovo personale grazie all'incentivo. L'Avviso è finanziato per il 50% dal Fondo Sociale Europeo 2007-2013, per il 40% dal Fondo di Rotazione e per il 10% dal bilancio regionale.

In pratica il datore di lavoro che assume grazie a questo avviso, riceverà per un anno dalla Regione Puglia un contributo minimo pari al 30% degli stipendi lordi da elargire ai lavoratori se si tratta di disoccupati, inoccupati e immigrati senza lavoro. Se poi l'azienda intende assumere nuove unità che oltre ad essere disoccupate o inoccupate siano donne, l'incentivo sale al 40%. Se la scelta cade invece sull'assunzione di disabili, il contributo regionale cresce fino al 75%.

Il datore di lavoro si impegna ad assumere il lavoratore a tempo indeterminato applicando il contratto e non può licenziarlo senza una giusta motivazione per almeno 36 mesi, pena la perdita del contributo. L'azienda inoltre riceve l'incentivo solo se assume nuove unità lavorative oltre quelle già in organico e a condizione che non licenzi e non abbia licenziato altro personale.

Si tratta del nuovo bando del "Piano straordinario per il Lavoro in Puglia", grazie al quale 1.000 persone, oggi fuori dal mercato, potranno essere assunte a tempo indeterminato. I requisiti che questi destinatari devono avere sono i seguenti: disoccupazione da almeno 6 mesi, essere inoccupati, donne, immigrati e disabili (anche in questi casi disoccupati e inoccupati) oltre che essere residenti in Puglia, essere cittadini italiani e comunitari e possedere soggiorno regolare se si tratta di stranieri.

L'argomento sarà approfondito a Gravina nel convegno "Una occasione per te" indetto dalla CGIL aperto alla cittadinanza presso le Officine culturali, il 13 giugno 2011 alle ore 18.30.
Interverranno il coordinatore CGIL Gravina, Vincenzo Varrese, il segretario CGIL provincia di Bari, Azmi Jariawi, l'assessore regionale alle politiche sociali, Elena Gentile, il sindaco di Gravina, Giovanni Divella, l'assessore alle attività produttive di Gravina, Vincenzo Artal, il responsabile Smile Puglia, Franco Bassanisi. Condurrà la segretaria regionale CGIL, Francesca Abbrescia mentre modererà Salvatore Albano della CGIL di Gravina.
  • Dote occupazionale
  • “Piano straordinario per il Lavoro”
Altri contenuti a tema
Commissione lavoro, storia di un fallimento annunciato Commissione lavoro, storia di un fallimento annunciato Varrese: “Iniziative e proposte snobbate da questa amministrazione”
Disoccupazione, dati drammatici per la Puglia Disoccupazione, dati drammatici per la Puglia La Regione vara il Piano per il Lavoro
Bando “Partenariato per l’innovazione” Bando “Partenariato per l’innovazione” Prorogato il termine per parteciparvi
Nessun nome gravinese tra i 638 nuovi posti di lavoro incentivati dalla dote occupazionale Nessun nome gravinese tra i 638 nuovi posti di lavoro incentivati dalla dote occupazionale La prima graduatoria è stata resa nota il 28 luglio 2011
Competitività tra le imprese e nuova occupazione Competitività tra le imprese e nuova occupazione Al via il bando per la diffusione delle tecnologie dell’informazione e comunicazione nelle piccole e medie imprese
Nove milioni di euro per piccole e medie imprese Nove milioni di euro per piccole e medie imprese La dotazione del bando “Aiuti a sostegno dei partenariati regionali per l’innovazione”
In Puglia il lavoro è possibile In Puglia il lavoro è possibile La CGIL Gravina presenta il Piano Regionale del Lavoro
© 2001-2019 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.