Il Teatro dei Peuceti
Il Teatro dei Peuceti
Eventi e cultura

A Ginevra la Provincia di Bari con Il Teatro dei Peuceti

Il successo della compagnia gravinese con "Un matrimonio quasi impossibile"

Un barbiere birichino che, con i suoi giochi d'astuzia, riesce a far sposare il potente e innamorato conte con l'affascinante e spiritosa Rosina. La povera fanciulla è però segregata in casa del suo gelosissimo tutore, un vecchio dottore che crede di poterla sposare e farla sua a tutti i costi. Il susseguirsi degli stratagemmi del furbo barbiere stravolge gli avvenimenti, donando all'intreccio un'esilarate comicità. Ricorderebbe quasi la trama de "Il barbiere di Siviglia", opera di Gioacchino Rossini sul libretto di Cesare Stermini. Non esattamente, ne stiamo, infatti raccontando la sua parodia: "Un matrimonio quasi impossibile", messa in scena lo scorso 29 maggio 2010, nella sala E.C.G. Henry-Dunant a Châtelaine, Ginevra, dalla compagnia teatrale 'Il Teatro dei Peuceti' (dal termine Peucezi, o Peuceti, popolazione italica, di provenienza illirica o greca, o Pediculi, abitanti delle colline-murge, che si insediarono in quella che diventerà la Terra di Bari), proveniente per l'appunto, da Gravina di Puglia (BA).

Questa volta la S.A.I.G. (Società delle Associazioni italiane di Ginevra) ha davvero sorpreso il suo affezionato pubblico, inserendo nel suo programma delle attività del 2010, non solo un evento teatrale, ma una parodia musicale in costume, con tanto di musicisti che suonavano dal vivo, accompagnando la commedia con canzoni degli anni sessanta, i cui testi sono stati spiritosamente riadattati, dal regista della compagnia, Peppino Zuccaro. Fu lui che, grazie alla sua grande passione per il teatro, diede vita , nel 1980, a 'Il Teatro dei Peuceti', utilizzando lavori quasi tutti originali. Sostenitore indiscusso ed eccellente interprete della corrente artistico - letteraria che in scena si propone come teatro verità, 'Il Teatro dei Peuceti' rappresenta l'avanguardia di quella pattuglia di artisti che dall'80 a oggi ha animato il panorama teatrale meridionale, sollecitandone il rinnovamento (Andrea Riviello). 1980-2010 anni di dura prova e riprova per 'Il Teatro dei Peuceti', compensati dai notevoli successi di pubblico e di critica.

Come il regista Peppino Zuccaro aveva spiegato, durante la presentazione dello spettacolo, qualcuno, 'da lassù', ha fatto in modo che la data dell' evento artistico, 29 maggio 2010, abbia richiamato quella significativa del 29 maggio 1724, celebrativa dell' elevazione al trono Pontificio di "Benedetto XIII, Papa Orsini dei Duchi di Gravina in Puglia", del quale si sta riaprendo solennemente la "Causa di Beatificazione". Il 'Teatro dei Peuceti' ha offerto così il proprio impegno artistico per celebrare un evento di così grande importanza, insieme al proprio trentennale di fondazione e per dare al pubblico di Ginevra un saggio di quell'antica arte che parla dell'uomo e dei suoi valori più intimi, ossia quelli che risiedono nel cuore.

Dall'apertura del sipario e durante tutto l'alternarsi delle scene, il pubblico della S.A.I.G. è stato travolto della comicità dell'intreccio, fino, a spettacolo inoltrato, a partecipare attivamente, tenendo il tempo col piede e canticchiando i famosi motivi musicali della parodia, da tutti piacevolmente riconosciuti. Ospiti della serata il Console Generale d'Italia, Alberto Colella e l'On. Antonio Razzi, che accetta sempre con piacere gli inviti rivoltigli dalla S.A.I.G. alle sue manifestazioni. A fine spettacolo, chiamato sul palco da Carmelo Vaccaro, Coordinatore della S.A.I.G., l'On. Razzi ha ringraziato 'Il Teatro dei Peuceti' per aver fatto tanti chilometri e aver regalato alla comunità italiana a Ginevra, un bellissimo spettacolo, all'insegna del divertimento. Ha poi consegnato ai presidenti della S.A.I.G. quali Silvio Isabella, Ass. Calabrese, Giuseppe Chiararia Fogolâr Furlan, Oliviero Bisacchi Club Forza Cesena, Maria Rochat Castriciano, Ass. Genitori Scuola Italiana, Rino Sottovia Ass. Emiliano-Romagnoli, Menotti Bacci Ass. Lucchesi nel Mondo e Antonio Scarlino Ass. Pugliese, la Medaglia della Camera dei Deputati, ringraziandoli per il loro assiduo lavoro a favore della comunità italiana a Ginevra. 'Il Teatro dei Peuceti' ha, a sua volta, offerto all'imperterrito Coordinatore della SAIG, Carmelo Vaccaro, un cesto di appetitosi prodotti tipici gravinesi (non per altro Gravina dal latino 'Grana dat et vina') ed un piatto con lo stemma della città. A ciascuno dei presidenti S.A.I.G., con i dovuti ossequi al Presidente dell'Ass. Regionale Pugliese, Antonio Scarlino, nonché all'On Razzi, ha donato una Cola-Cola, il tipico fischietto bitonale in terracotta prodotto a Gravina, considerato l'erede diretto dei giocattoli e dei tintinnabula fittili prodotti in loco, a partire dal V secolo a.C.: un iridescente uccello, stilizzazione di un animale meno variopinto, la gazza o, in dialetto, la cola cola appunto.

È stato, poi, il momento del Console Alberto Colella. Il Console, dopo aver fatto un accenno alla bellezza della città d'arte di Gravina di Puglia, si è complimentato per la riuscita dello spettacolo e per l'intrattenimento offerto dalla compagnia teatrale, la cui fama aveva conosciuto sul sito di Gravina online. Ha poi dichiarato che la causa di beatificazione in atto, di papa Benedetto XIII, l'avrebbe molto interessato. Il libro concernente la vita del suddetto papa, dato in omaggio al Console, dal regista della compagnia, sarà sicuramente per lui un ottima fonte informativa e quale onore nel sapere che una copia di tale libro sarebbe state recentemente consegnata anche all'attuale Papa Benedetto XVI. Insomma, accompagnata dalla presenza fisica e spirituale di importanti personaggi e coincidenze oseremmo dire sacrali, la serata organizzata dalla S.A.I.G., in collaborazione con la sottoscritta Rosalia Paternoster, non solo ha riscosso un grande successo di pubblico, regalando agli ospiti una deliziosa esperienza, ma sembrerebbe essere l'inizio di un'auspicata serie di rappresentazioni artistiche con 'Il Teatro dei Peuceti'.

La SAIG ringrazia l'Ente Regione Puglia, nella persona di, Francesco Schittulli, Presidente dell'Unione delle Province Pugliesi e della Provincia di Bari, responsabile nazionale dell'UPI per le Politiche Socio-Sanitarie, Nuccio Altieri, nuovo Coordinatore Nazionale degli Assessori alla Cultura e al Turismo dell'Unione delle Province Italiane (UPI), Mimmo Romita, consigliere alla Provincia di Bari e le Associazioni ANCRI, Gruppo Alpini di Ginevra, C.A.E., A.V.I.S., Ente Bergamaschi, Marchigiani, nonché, l'Ass. Regionale Sarda e l'Ass. Bellunesi nel Mondo, per aver sostenuto la realizzazione di tale evento, testimonianza di una sempre crescente collaborazione tra il territorio italiano e quello ginevrino, in vista di una costante promozione della nostra cultura italiana all'estero.

Rosalia Paternoster
  • Teatro dei Peuceti
  • Peppino Zuccaro
  • Ginevra
Altri contenuti a tema
Alle officine culturali va in scena “Cos’è la sostenibilità?” Alle officine culturali va in scena “Cos’è la sostenibilità?” Atto unico di Giorgio Zuccaro interpretato dagli ospiti del Centro Gioia e Amore
Il teatro dei Peuceti fa centro con “U scarpoir” Il teatro dei Peuceti fa centro con “U scarpoir” Ancora uno spettacolo sold out per la storica compagnia gravinese
A cielo aperto”: un tris di spettacoli teatrali per gli over 65 A cielo aperto”: un tris di spettacoli teatrali per gli over 65 Nel cortile della scuola San Giovanni Bosco
Peuceti e Colpi di scena insieme per il teatro in vernacolo Peuceti e Colpi di scena insieme per il teatro in vernacolo Al via la prima rassegna teatrale al Vida
Intervista in dialetto con la compagnia dei Peuceti Intervista in dialetto con la compagnia dei Peuceti A San Valentino da non perdere “Un matrimonio quasi impossibile”
Intervista in dialetto con la compagnia dei Peuceti Intervista in dialetto con la compagnia dei Peuceti Perché in dialetto si può parlare di tutto…
Il Teatro dei Peuceti vola a Ginevra con “Un matrimonio quasi impossibile” Il Teatro dei Peuceti vola a Ginevra con “Un matrimonio quasi impossibile” In memoria di Papa Benedetto XIII
© 2001-2024 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.