via appia
via appia
Territorio

La via Appia antica diventerà un cammino, Gravina c'è

Stanziato un milione di euro dal Ministero dei beni culturali per recuperare l'antico tracciato

Nuova vita per l'Appia Antica. La regina viarum, l'arteria strategica che collegava Roma con l'antico porto di Brindisi, diventerà un cammino, un museo diffuso che attraverserà Lazio, Campania, Basilicata e Puglia. Un territorio ricco di aree archeologiche, monumenti, storia e cultura immateriale. Gravina è tra le tappe.

Il progetto di valorizzazione, promosso dal ministero dei Beni culturali, è entrato nel vivo con l'appalto da oltre un milione di euro bandito da Invitalia, che gestisce la procedura per conto del Mibac.

La gara prevede l'affidamento della progettazione definitiva, progettazione esecutiva, coordinamento della sicurezza in fase di progettazione ed esecuzione e direzione lavori per realizzare gli interventi lungo l'antico tracciato dell'Appia. Le offerte possono essere presentate fino al 26 settembre 2019.

Obiettivo del progetto è l'individuazione esatta del tracciato dell'Appia Antica, la sua conservazione e riqualificazione, la realizzazione delle opere sul percorso per aumentarne la fruibilità. In questo modo si favorirà un turismo lento, sostenibile e di qualità, che permetterà di rivalutare ampie aree del centro-sud attualmente escluse dai circuiti turistici.

Per realizzare questo affascinante "cammino" saranno necessari numerosi interventi, tra i quali: messa in sicurezza dei tratti individuati, posizionamento della segnaletica, dei cippi miliari e delle colonnine chilometriche, opere di ingegneria naturalistica e di cura dell'apparato vegetativo destinato a segnare il tracciato e a integrarsi con la componente archeologica, individuazione di eventuali percorsi alternativi per evitare proprietà private o tratti che presentano particolari criticità per i fruitori.

Le tappe di Gravina e Altamura si snodano lungo le attuali strade provinciali che ricalcano l'originario tracciato che in molti tratti non esiste più.

Gravina si trova nelle tappe 21 e 22. La 21 parte da Masseria Tripputi, in territorio di Spinazzola, e raggiunge il centro abitato da Gravina dopo aver percorso la sp 96 e la ss 96 bis. La 22 parte da Gravina e percorrendo la provinciale "La Tarantina" raggiunge la località Maccaronaro in territorio di Altamura.
  • Bando di gara
  • Via Appia
  • Cultura
Altri contenuti a tema
1 Una consulta per salvare la storia Una consulta per salvare la storia Le richieste del Comitato civico lanciate in un'assemblea
Teatro Vida: ombelico culturale della città Teatro Vida: ombelico culturale della città Il presidente del teatro Debora Schinco ci illustra le attività previste per la nuova stagione 2019-2020
Sistema museale della Via Appia, Gravina presente Sistema museale della Via Appia, Gravina presente Il Comune partecipa anche al tavolo di lavoro a Brindisi
"La cultura si fa strada", i nuovi bandi della Regione "La cultura si fa strada", i nuovi bandi della Regione Fondi anche per i Comuni sul tracciato della vecchia ferrovia statale
Un gruppo di lavoro per dar vita ad un sistema museale della via Appia Un gruppo di lavoro per dar vita ad un sistema museale della via Appia Il Comune di Gravina a Benevento per approfondire l'idea
Al via la gara per la gestione del Museo Civico Al via la gara per la gestione del Museo Civico Obiettivo: recuperare i reperti archeologici conservati altrove e rendere fruibile l'area del Padre Eterno
2 In cammino sulla via Appia, si parte da Gravina In cammino sulla via Appia, si parte da Gravina Uno "slow tour" sulle vie dell'antica Silvium, per il programma "InPuglia365"
1 Matera 2019: “Gravina non poteva mancare” Matera 2019: “Gravina non poteva mancare” Anche l’assessore Lorusso alla presentazione del programma
© 2001-2019 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.