sala consiliare Gravina
sala consiliare Gravina
Politica

Prossime elezioni comunali, la maggioranza guarda avanti

I partiti della coalizione accusano ancora i dimissionari e rilanciano progetto

Prende la parola la coalizione che ha sostenuto l'amministrazione comunale guidata dal sindaco Alesio Valente. I partiti di maggioranza, hanno stilato un documento unitario nel quale ribadiscono l'appoggio dato all'ex primo cittadino, condannano il comportamento dei cinque consiglieri di maggioranza dimissionari e rilanciano il proprio impegno per il futuro, con lo scopo di realizzare un nuovo progetto politico che dia continuità all'azione amministrativa posta in essere dal governo Valente. Di seguito la nota integrale diramata dai 5 partiti, nella fattispecie Partito Democratico, Con Alesio Valente Sindaco, Gravina Città Domani, Socialisti e Democratici, Popolari con Emiliano.

La coalizione che ha da sempre sostenuto l'operato di Alesio Valente condanna la scelleratezza dei cinque consiglieri di maggioranza: Salvatore Capone, Angelo Lapolla, Mariella Lupoli, Ezio Meliddo, Michele Tedesco. Un atto assolutamente immotivato - ce lo confermano le dichiarazioni inconsistenti rilasciate dai diretti interessati - compiuto a pochi mesi dalla naturale conclusione del mandato della giunta Valente, in un periodo nel quale l'amministrazione tutta, aveva il dovere di assicurare una guida per la città. L'atto si è infatti consumato: in un contesto pandemico che continua a mietere contagi, in prossimità della scadenza dei termini per ribadire il NO della città al Deposito Unico di scorie radioattive di media e bassa intensità, nel momento in cui l'amministrazione avrebbe posto le basi per le progettualità da realizzare grazie al PNRR.

Un atto, in secondo luogo, che ha del tutto bypassato le sedi istituzionali e democratiche preposte al dibattito. Una mozione di sfiducia difatti avrebbe preservato la correttezza e la trasparenza che merita lo scioglimento di un consiglio. Al contrario, la scelta dei consiglieri dimissionari ha tradito di fatto l'elettorato e gli stessi cittadini, i quali – proprio a causa della sciagurata scelta di pochi - si trovano sprovvisti di una guida nonché della possibilità di vedere realizzate, nell'immediato, tante progettualità che con pazienza ed attenzione, non senza il nostro supporto, l'Amministrazione ha posto in essere per il bene della comunità.

Pertanto si ripartirà da qui, con rinnovato impegno, dalla consapevolezza di quanto ancora si potrà fare con profonda umiltà, attuando un progetto politico che non si basi sui numeri, sui singoli. Un progetto che sia comune e profondamente inclusivo, costruito dal basso e che scavi nell'immediato un solco profondo tra la politica autentica e praticata nell'interesse comune e la propaganda, il dietrismo, il populismo. Perché occorre isolare, demolire, separare la malapolitica con atti forti e di profonda civiltà e lo facciamo delineando un perimetro entro il quale si troveranno al centro le "persone per bene", quelle che hanno davvero a cuore le sorti della nostra città. A loro, alla cittadinanza attiva anche organizzata mediante altre forze politiche, alle liste civiche, a tutti e a ciascuno ci rivolgiamo con un pubblico appello: dialoghiamo sin da subito, per tracciare insieme, l'orizzonte del nuovo progetto politico e amministrativo, ove la libera e democratica partecipazione trovino il loro pieno compimento, prima, nella costruzione del programma politico e amministrativo e poi, nella scelta condivisa del prossimo candidato sindaco/a.

Ripartiamo con entusiasmo da tutti noi, da tutti voi, facendo tesoro del progetto politico e amministrativo avviato e sinora guidato da Alesio Valente, perchè non si guardi più con distacco ed indifferenza alla nostra comunità ma con la voglia di cambiare le cose, ancora una volta, insieme.

-----
Aggiornamento:
i Popolari hanno trasmesso un comunicato in cui sostengono di non aver firmato il documento ---> Leggi la notizia
  • Consiglio Comunale
  • Maggioranza
  • Consiglieri
Altri contenuti a tema
1 Nomine Fondazione Santomasi, la maggioranza avanti a testa bassa Nomine Fondazione Santomasi, la maggioranza avanti a testa bassa Giuseppe Cappiello e Angela Pia Loizzo subentrano nei c.d.a dell’ente morale. La minoranza esce dall’aula
Consiglio Comunale, aggiunti tre punti Consiglio Comunale, aggiunti tre punti Si parlerà cibo sintetico, di regolamento per la toponomastica e di ampliamento del depuratore
Consiglieri in aula il 28 novembre Consiglieri in aula il 28 novembre 14 i punti iscritti all’ordine del giorno
A breve una nuova seduta del consiglio comunale A breve una nuova seduta del consiglio comunale Tra i punti probabili, il rinnovo delle cariche alla Fondazioni Santomasi. Sui nomi problemi in maggioranza e opposizioni
Il Consiglio Comunale vara le commissioni Il Consiglio Comunale vara le commissioni Nel corso della seduta votato anche le linee programmatiche
Nuova seduta del Consiglio Comunale Nuova seduta del Consiglio Comunale Sette i punti iscritti all’ordine del giorno
Dal Consiglio Comunale via libera al patto dei sindaci Dal Consiglio Comunale via libera al patto dei sindaci Il documento è previsto dalla strategia europea sui cambiamenti climatici
Prima seduta del consiglio comunale Prima seduta del consiglio comunale A presiedere l’assise è stato eletto Giovanni De Pascale. Approvati tutti i punti all’O.d.G.
© 2001-2022 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.