emergenza cinghiali parco alta murgia
emergenza cinghiali parco alta murgia
Territorio

Cinghiali, ancora sospese le catture

Si prospetta un'altra annata agricola e orticola con la difficile convivenza

L'annata agricola e orticola si presenta con gli stessi presupposti delle precedenti: l'eccessivo numero di capi di cinghiali. Gli animali devono bere e cibarsi. Lo sfogo naturale sono le colture e i campi agricoli. Con tutte le conseguenze a carico di agricoltori, allevatori e per i cosiddetti orticoltori "hobbisti" che curano piccoli fondi di campagna.

Sono ancora sospese le catture all'interno del Parco dell'Alta Murgia, è l'unica modalità utilizzata per contenere la specie poiché la caccia è vietata. Ma da due anni si procede a singhiozzo e quindi non c'è contenimento della popolazione.

Nel 2019, con il varo del "Piano del cinghiale", nell'area protetta la presenza del cinghiale era stimata in circa 3500 esemplari, con una distribuzione maggiore nei complessi boscati. Con quelle catture si era verificato un primo contenimento della specie. Poi è arrivata l'emergenza da Covid-19 e anche questa attività selettiva si è fermata. Nello scorso autunno c'è stata una ripresa ma poi sono subentrate delle regole ferree in tutta Italia a causa dell'infezione di peste suina e africana che ha riguardato finora il Piemonte e la Liguria e c'è stato un nuovo stop.

Bisogna anche ricordare che solo all'interno del Parco viene effettuato un censimento della popolazione del cinghiale. Nel resto del territorio non c'è alcun monitoraggio. E per i cinghiali non esistono confini o limiti amministrativi, cercano il loro nutrimento sia nei territori dell'area protetta che in altri.
  • Ente Parco Nazionale dell'Alta Murgia
  • Cinghiali
  • Caccia
Altri contenuti a tema
Nuove fototrappole nel Parco dell'Alta Murgia Nuove fototrappole nel Parco dell'Alta Murgia L'abbandono dei rifiuti è una piaga che non risparmia nemmeno le grotte
Abbattimento manufatti abusivi nel Parco dell’Alta Murgia, firma protocollo tra istituzioni Abbattimento manufatti abusivi nel Parco dell’Alta Murgia, firma protocollo tra istituzioni Duplice obiettivo: accelerare procedure di demolizione e prevenire nuove costruzioni illecite
Parco dell’Alta Murgia, al via il bando “GeoEventi” Parco dell’Alta Murgia, al via il bando “GeoEventi” Parco dell’Alta Murgia, al via il bando “GeoEventi”
Geoparco Unesco, siglato accordo tra Comune e Parco Alta Murgia Geoparco Unesco, siglato accordo tra Comune e Parco Alta Murgia A Santa Sofia il museo multimediale del Geoparco dedicato ad Arcangelo Scacchi
Cinghiali: approvate norme per gli abbattimenti Cinghiali: approvate norme per gli abbattimenti Coldiretti Puglia commenta positivamente il disciplinare regionale
Nasce “MurGeopark”: il logo dell’aspirante Geoparco Unesco Nasce “MurGeopark”: il logo dell’aspirante Geoparco Unesco Grande fermento nell’Alta Murgia che attende in visita i valutatori Unesco
Parco dell’Alta Murgia: un punto idrico nel Bosco Difesa Grande Parco dell’Alta Murgia: un punto idrico nel Bosco Difesa Grande L’importante riserva boschiva rientra nelle aree contigue istituite dal Parco
Emergenza cinghiali, Coldiretti: agricoltori allo stremo Emergenza cinghiali, Coldiretti: agricoltori allo stremo Pericolo anche nei centri abitati
© 2001-2022 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.