attività storiche
attività storiche
La città

Attività storiche, due gravinesi nell’elenco della Puglia

Cartoleria Parrulli e pizzeria La Lanterna compaiono nella lista regionale

455: tanti sono i negozi storici, le botteghe artigiane o oi locali storici che sono state inserite nell'apposito elenco redatto dalla regione Puglia. Una prima scrematura delle attività storiche e della tradizione che rispondono ai requisiti previsti dalla L.R. n. 30/2021.

Un riconoscimento che la regione Puglia ha deciso di attivare attraverso un bando finalizzato a riconoscere le attività storiche e di tradizione che costituiscono testimonianza della storia, dell'arte, della cultura e della tradizione imprenditoriale del territorio pugliese.

"Uno strumento per promuovere e valorizzare le attività commerciali, artigianali e dedite alla ristorazione e somministrazione di alimenti e bevande che costituiscono testimonianza storico-culturale del territorio pugliese- ha sottolineato l'assessore regionale allo sviluppo economico, Alessandro Delli Noci.

Ma quali son i benefici per le attività che hanno aderito al bando?
Le attività storiche si avvarranno di un marchio identificativo che consentirà loro di beneficiare di numerosi interventi tra cui – spiega Delli Noci- "contributi a fondo perduto ai titolari delle attività, agevolazioni per l'accesso al credito, agevolazioni, premialità o riduzioni per tributi regionali, imposte e tariffe comunali, supporto per i contratti di apprendistato per l'ingresso delle giovani e dei giovani nel mondo del lavoro, premialità nella promozione di bandi regionali per la tutela delle imprese territoriali, promozione dell'Elenco Regionale nei circuiti turistici, promozione di percorsi formativi specifici per titolari e dipendenti per tutelare l'identità delle attività delle imprese storiche e di tradizione del territorio pugliese".

Insomma, numerosi vantaggi per quegli esercizi inseriti nelle liste della Regione. In particolare, in questa prima fase l'ente pugliese ha inserito nella lista 243 negozi storici, vale a dire unità locali che svolgono attività di commercio al dettaglio in sede fissa o all'interno dei mercati su aree pubbliche; 140 botteghe artigiane storiche, unità locali artigianali che svolgono la produzione, la vendita diretta al dettaglio di beni o servizi; 72 locali storici, unità locali esclusivamente o prevalentemente dedite alla ristorazione o alla somministrazione di alimenti e bevande. Di queste, le attività storiche "Patrimonio di Puglia", vale a dire con almeno 70 anni di attività, sono complessivamente 35 e le attività storiche con almeno 40 anni di attività sono complessivamente 151.

All'intero dell'elenco stilato dall'ente di governo regionale compaiono anche due attività della città di Gravina, operanti in settori diversi. Si tratta della Cartoleria Parrulli di Via Matteotti riconosciuta anche in qualità di negozio storico patrimonio della Puglia e la Pizzeria La Lanterna, riconosciuta come attività artigianale storica.
  • Regione Puglia
  • Commercianti
Altri contenuti a tema
Inchiesta corruzione elettorale, si dimette assessora regionale Maurodinoia Inchiesta corruzione elettorale, si dimette assessora regionale Maurodinoia Oggi arrestato il marito in inchiesta su Triggiano
Discussione in aula per legge diritti Lgbt Discussione in aula per legge diritti Lgbt Metallo e Paolicelli scrivono a Emiliano e Capone
Sistema integrato di educazione e istruzione zerosei: approvato il riparto per l’annualità 2024 Sistema integrato di educazione e istruzione zerosei: approvato il riparto per l’annualità 2024 Assessore Leo: “Stiamo mettendo in campo tutte le energie e le competenze possibili per garantire un’offerta di qualità nei servizi educativi e nelle scuole dell’infanzia della Puglia”
Albo dei soggetti operatori di partenariato, emanato l’avviso pubblico Albo dei soggetti operatori di partenariato, emanato l’avviso pubblico Delli Noci: un’importante occasione di ascolto e consultazione
Riparte il bando per l’abitare sociale Riparte il bando per l’abitare sociale Avvio di progetti pilota di coabitazione sociale e di condomini solidali e rispondere alle esigenze abitative dei soggetti più fragili.
Una Legge in materia di gestione del servizio idrico integrato Una Legge in materia di gestione del servizio idrico integrato Emiliano “L'acqua è e rimane un bene pubblico di tutti i pugliesi e oggi lo ribadiamo a gran voce“
Pass Laureati 2023: ulteriori risorse Pass Laureati 2023: ulteriori risorse Assessore Leo: finanziati tutti gli aventi diritto
Formare dipendenti su accessibilità dei servizi digitali pubblici, un avviso per i Comuni Formare dipendenti su accessibilità dei servizi digitali pubblici, un avviso per i Comuni Delli Noci: formare i dipendenti è la strada giusta per attuare la trasformazione digitale della PA
© 2001-2024 Edilife. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'editore. Tecnologia: GoCity Urban Platform.
GravinaLife funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.