SELECTED

Cosa mangiare d'estate

Gli alimenti che fanno abbronzare

No alle bibite gassate, spazio all'acqua.


emma.jpg
EMANUELA GRASSI
Giovedì 16 Agosto 2012 ore 15.25

Estate da sempre sinonimo di sole, mare e abbronzatura. Con le giornate calde la voglia di scappare al mare si fa sentire e la tintarella è d'obbligo, soprattutto se può durare a lungo. Oltre a creme e lozioni che accelerano l'abbronzatura, ma spesso danneggiano la pelle, un valido aiuto può venire da ciò che mangiamo. Alimentazione corretta e movimento sono gli unici due fattori dai quali dipende il nostro bilancio energetico.

In teoria "lo sanno tutti" ma evidentemente non molti riescono a metterlo effettivamente in pratica. Probabilmente la causa è una insufficiente educazione alimentare, magari la stessa che ci porta a seguire con entusiasmo l'ennesima "dieta dei 7 chili in 7 giorni" letta su qualche rivista femminile.

Abbiamo sentito il parere di due biologhe nutrizioniste gravinesi, Mariangela Aquila e Stefania Paternoster, sia in merito a come sviluppare la melanina che consente una bella abbronzatura che in merito alle diete da seguire per la prova costume.

Entrambe concordano sul fatto che se si è in sovrappeso, bisogna diminuire di peso in maniera lenta ma costante e soprattutto non bisogna ridursi agli ultimi giorni prima delle vacanze estive.

Mariangela Aquila afferma: "Alcuni cibi stimolano i melanociti, le cellule addette all'abbronzatura che favoriscono la pigmentazione più o meno profonda della pelle, grazie alla loro alta concentrazione di vitamina A, i cibi che regalano un'abbronzatura perfetta sono facilmente riconoscibili perché ricchi di carotenoidi, i precursori della vitamina A, dalla forte colorazione rossa, gialla o verde".

Via libera, dunque, a carote, melone, lamponi, albicocche, fragole e peperoni per un'abbronzatura perfetta, ma non solo. Infatti frutta e verdura tipiche di questa stagione oltre a d essere salutari, aiutano a combattere il caldo e a dissetarsi perché permettono di reintegrare i sali minerali persi e di garantire l'efficienza dell'intestino.Con l'aumento delle temperature di questi giorni, inoltre, la voglia di bere aumenta ma bisogna evitare bevande gassate.

Stefania Paternoster aggiunge: "Quando si è assetati, con la perdita quotidiana di liquidi bere diventa un imperativo. Ogni giorno perdiamo tra sudore e urine due litri di liquidi, che devono essere reintegrati anche se non sentiamo lo stimolo della sete. Dando per scontato che l'unica soluzione davvero efficace al cento per cento è da sempre l'acqua, bene comune dell'umanità, ci si può anche permettere un thé freddo, un bicchiere di succo di frutta o una fresca granita ma evitare categorigamente le bevande gassate ".

FRANCESCO CAZZORLA il 17 agosto alle 16.19
Grazie a nome di tutti i lettori per i tanti consigli peraltro gratuiti che ci elargite. Desidererei, comunque, allargare il discorso sulla alimentazione, non dal punto di vista di dietologia singola, ma in una visione di corretta alimentazione allargata a molti e possibilmente a moltissimi. In un commento a una articolo ho voluto lanciare degli imput in merito alla biologia alimentare che incollo al presente commento perché, nella massima libertà, si possa porgere ad altri v\s colleghi affinché in rete si possa agitare le acque produttive della nostra città.
"L'avvenire di questa città, a mio parere, dovrà affidarsi all'iniziativa privata e ai biologi nutrizionisti che con dovizia sono presenti su "Gravinalife" . La nostra laboriosa Gravina ha da sempre vissuto di agroalimentare, come e ben espresso dal nostro stemma , che evidenzia le immagini del grano e della vite, e trascrive in latino il dono del grano e vino, che per l'otre 95% dei cittadini (in quanto battezzati) sono anche il segno del dono Eucaristico. Ebbene la realizzazione di nuovi prodotti alimentari da offrire al vastissimo mercato mondiale, che ben accoglie il made in Italy e che vede quali pionieri alcune aziende che non per pubblicità ma per reale riconoscimento voglio citare: Botromagno, Mazzilli e Basepizza . Forza biologi, forza imprenditori, forza Gravina, forza giovani non lasciamoci intimorire e guardiamo al futuro con fiducia, con speranza, con amore".
Grazie per l'attenzione prestatami. Ciao.
I commenti rappresentano le opinioni personali dei lettori di GravinaLife e non dell'editore o degli autori.
Facebook:
L'indirizzo email è necessario per attivare e pubblicare il messaggio.
Rispetta il regolamento e scrivi in minuscolo.
ARTICOLI PIU' LETTI DI RECENTE:
RACCOGLITORI SPECIALI RECENTI:
RUBRICHE AGGIORNATE:

Frutta e verdura
Feed Rss
ABBONATI GRATIS FEED RSS + NEWSLETTER + SMS

CONTENUTI CORRELATI

Altri contenuti recenti
Gravinalife.it è una testata giornalistica registrata. Direttore responsabile: Francesco Dipalo - Coordinatore editoriale delle testate a marchio LIFE: Antonella Testini