SELECTED

Anche Gravina partecipa a “Chiese aperte 2012”

Aperta al pubblico la chiesa di Sant’Emidio

L'appuntamento è fissato al 13 maggio


emma.jpg
EMANUELA GRASSI
Sabato 12 Maggio 2012 ore 13.40

Torna anche quest'anno il tradizionale appuntamento nazionale della manifestazione "Chiese aperte" organizzata dall'Archeoclub d'Italia, associazione che è impegnata da 40 anni nella valorizzazione del patrimonio culturale del Paese.

L'evento, giunto alla sua diciottesima edizione, si ripete per il secondo anno consecutivo con il patrocinio morale della Conferenza Episcopale Italiana, ufficio nazionale per i beni culturali ecclesiastici e consiste nell'apertura di porte di chiese, oratori, abbazie, cripte e pievi generalmente chiusi o in stato di abbandono, e quindi sottratti alla fruizione dei cittadini.

A Gravina la sede Archeoclub di Gravina parteciperà attivamente all'evento nazionale aprendo al pubblico la chiesa di sant'Emidio (C.so Aldo Moro, 16). Sarà data ai cittadini l'opportunità di riscoprire le antiche radici della nostra civiltà e le sue forme artistiche più suggestive, ma anche di colloquiare con le comunità ecclesiali del territorio. In particolare, i volontari dell'Archeoclub di Gravina ed i religiosi della "Congregazione dei Piccoli Fratelli del SS. Sacramento" presiederanno la chiesa, gli ambienti sotterranei e la casa-museo facendo conoscere ai curiosi, cittadini gravinesi e ospiti della città, due figure storiche importanti di Gravina, don Eustachio Montemurro e don Saverio Valerio per i quali è in corso il processo di beatificazione.

L'Archeoclub di Gravina, col suo presidente Innocente Cataldi, "invita tutta la cittadinanza e i graditi ospiti di Gravina città d'arte a visitare le chiese aperte e a coinvolgere le scuole e tutte le realtà giovanili a partecipare all'iniziativa, per conoscere e scoprire il proprio territorio, meravigliarsi delle sue bellezze e incuriosirsi al passato per conservarlo e valorizzarlo al meglio nel futuro".

Pinuccio il 12 maggio alle 15.20
Preme e duole precisare, relativamente alla notizia riportata, che una causa di beatificazione è in corso fra i due confratelli che svolsero vita comune in quella chiesa, ed è solo per don Eustachio e non per don Saverio. Tanto per dovuta ed opportuna conoscenza, senza ingenerare falsi storici; senza fare confusioni storiche nocive alla città e alle Congregazioni religiose interessate.
I commenti rappresentano le opinioni personali dei lettori di GravinaLife e non dell'editore o degli autori.
Facebook:
L'indirizzo email è necessario per attivare e pubblicare il messaggio.
Rispetta il regolamento e scrivi in minuscolo.
ARTICOLI PIU' LETTI DI RECENTE:
RACCOGLITORI SPECIALI RECENTI:
RUBRICHE AGGIORNATE:

Chiese aperte
Feed Rss
ABBONATI GRATIS FEED RSS + NEWSLETTER + SMS

CONTENUTI CORRELATI

Altri contenuti recenti
Gravinalife.it è una testata giornalistica registrata. Direttore responsabile Francesco Dipalo