CON GRAVINALIFE iREPORT SEI TU A FARE INFORMAZIONE
Le notizie di iReport sono scritte e prodotte dai lettori del portale
Articoli, segnalazioni, foto, video trovano spazio in questo nuovo canale locale di informazione 2.0
Invia una e-mail alla redazione
iReport

Congestionamento del traffico in zona P.I.P.

Perchè non fare delle rotonde?



Lunedì 16 Aprile 2012

In riferimento all'oggetto, per comunicare l'attuale collegamento stradale della zona P.I.P. che negli orari di uscita dalle aziende, in particolare alle ore 13,00, si verifica un congestionamento del traffico, in corrispondenza dell'ingresso a Gravina dalla direzione Altamura ex S.S. 96, attuale via Salvatore Vicino che si collega con via Bari. Il personale delle aziende insediate nel lato ovest della zona P.I.P. alle ore 13,00 quando esce dalle proprie aziende, percorre via Luigi Pasteur, immettendosi sul viale dei giudici Falcone e Borsellino.

Per chi deve raggiungere le proprie abitazioni da via Bari e via Ragni, è costretto a tornare indietro fino alla prima rotonda, fare inversione di marcia, passare il sottovia per arrivare alla rotonda ex S.S. 96, già piena di traffico delle auto provenienti dalla parte est della zona P.I.P. e direzione Bari ecc. Poi chi deve entrare da via Ragni, superata la rotonda, deve tornare ancora indietro per imboccare la confluenza ingresso per via Ragni.

Si invitano i signori tecnici comunali a fare questo percorso verso le ore 13,00 dei giorni lavorativi per calcolare il tempo occorrente e lo spreco di carburante nel fare avanti e indietro ed evitare soprattutto, di immettere altro traffico stradale su un punto già saturo. Visto che ai progettisti del sottovia del viale Falcone e Borsellino è mancato il lume di fare due piccole rotonde a distanza di sicurezza dal sottovia, in corrispondenza di altri accessi stradali, per far svoltare almeno le auto, mandando solo i mezzi pesanti (camion, autobus ecc.) a quelle attuali, si poteva limitare il congestionamento del traffico dalla direzione Bari e relativo spreco di tempo e carburante, che in periodi di crisi economica è certamente da considerare.

Distinti e cordiali saluti.
Vito Saponaro

Domenico il 25 maggio alle 10.30
ma tu non facevi parte di quelli............ che dici tu!!!!!!! caro Franco Trotta!!
Domenico il 25 maggio alle 10.28
ma tu non facevi parte di quelli............ che dici tu!!!!!!!
remotE il 23 aprile alle 08.46
Povera gravina ma quand e' che ci dobbiamo salvare da questi ,avete capito che gravina viene manipolata da 20 persone se alessio nn e' la persona giusta per governare gravina sapete dirmi allora quale ?gravina e i gravinesi sono stanchi.
pitlo il 22 aprile alle 08.29
ciao ragazzi
anch'io sono daccordo con voi.
il punto è; si usiamo i mezzi publici
MA ALLORA CI RESTITUISCANO TUTTI I SOLDI SPESI PER QUESTI LAVORI
CHE ANNO DUPLICATO LA CONGESTIONE DEL TRAFFICO.
in altre parole, hanno fatto i lavori per favorire la circolazione oppure per favorire la congestione e lo spreco?
lo hanno fatto per favorire l'uso dei mezzi publici?
IO ALLORA VOGLIO I SOLDI INDIETRO E PURE LA TESTA DI QUELL'AMMINISTRAZIONE ASSOLUTAMENTE INCOMPETENTE.
franco il 16 aprile alle 20.21
Il mezzo pubblico a Gravina viene usato solo dagli anziani. Invece deve essere utilizzato da tutti ed in special modo dai pendolari della zona P.I.P.. La causa di tutto ciò è di un piano di circolazione stradale che a Gravina viene diretto da incompetenti.
Utente Facebook
Franco Trotta il 16 aprile alle 20.17
Il mezzo pubblico a Gravina viene usato solo dagli anziani. Invece deve essere utilizzato da tutti ed in special modo dai pendolari della zona P.I.P.. La causa di tutto ciò è di un piano di circolazione stradale che a Gravina viene diretto da incompetenti.
Utente Facebook
Rocco Michele Renna il 16 aprile alle 19.38
Condivido Boldrin per i mezzi pubblici e si potrebbe invitare le aziende ad avere orari diversi scaglionati e non tutti insieme, anche di mezz'ora il traffico ne gioverebbe sicuramente, la stessa cosa accade all'uscita degli scolari un ingorgo di auto di passaggio e di auto di genitori, perchè le scuole non si organizzano con un servizio di scuolabus cittadino interno? magari a metano o elettrico, naturalmente chi abita nei pressi della scuola sarebbe consigliato di fare due passi a piedi, in fondo se non si è impediti, fa anche bene!
Boldrin il 16 aprile alle 11.20
Credo che la soluzione migliore per evitare traffico, evitare lo spreco di carburante e inquinare meno l'atmosfera, sarebbe quello di abituare i cittadini tutti a utilizzare i mezzi pubblici. Sarebbe bello, quindi, che tutti gli imprenditori della Z.I. di Gravina si mobilitano affinchè venga istituito un percorso del bus cittadino che effettua fermate anche nell'area PIP. Sono convinto che oltre ai vantaggi sopra elencati, a fine mese riusciremmo a risparmiare anche qualcosa in termini di denaro visto il costo del carburante.
I commenti rappresentano le opinioni personali dei lettori di GravinaLife e non dell'editore o degli autori.
Facebook:
L'indirizzo email è necessario per attivare e pubblicare il messaggio.
Rispetta il regolamento e scrivi in minuscolo.
NOTIZIE IREPORT PIU' LETTE DI RECENTE:
RACCOGLITORI SPECIALI RECENTI:
RUBRICHE AGGIORNATE:

traffico01
Feed Rss
ABBONATI GRATIS FEED RSS + NEWSLETTER + SMS

CONTENUTI CORRELATI

Altri contenuti recenti